Ztl allargata e zone 30, i dubbi dei piacentini sulle rivoluzioni dettate dal Pums

Il piano urbano di mobilità sostenibile fa discutere i nostri lettori. «Si rischia di trasformare il centro storico in garage, perché pedonalizzare anche piazza Casali?». C’è chi segnala “buchi” nella Ztl. «Via Martiri della Resistenza a 30 all’ora?»

Ai piacentini piace il nuovo Pums? A giudicare dai nostri lettori, molto poco. Il piano urbano di mobilità sostenibile ha stupito e sconvolto non solo i consiglieri comunali – che devono ancora esprimersi, ma già palesano molte perplessità – ma anche la cittadinanza. Stando ai commenti pervenuti alla pagina Facebook de “IlPiacenza”, molti temono che questo sia la morte definitiva del centro storico. E tra i “post” è palpabile anche la delusione di alcuni elettori che si professano di centrodestra.

«Hanno studiato due anni per partorire una mostruosità simile?» è il commento tranchant di Gabriella Tirelli. «Tra 10 anni l’80% dei fondi commerciali in centro storico diventerà garage», è il pensiero ad esempio di Giuseppe Naldini. Per Paolo Gobbi il Pums rischia di favorire ancora di più i centri commerciali. «Questa Ztl è un flop, senza un piano per creare un centro accogliente che possa attirare la gente i negozi saranno sempre più trasformati in garage, le zone semicentrali desertificate e sempre meno protette. A questo punto viva i centri commerciali sono i veri punti di ritrovo e di cultura dei nostri tempi».

Fabio Visconti vede nei contenuti del Pums molte contraddizioni. «Ci voleva uno studio per rendere gratuito l’accesso ai residenti ed esercenti? Comunque una volta pedonalizzate piazza Cittadella e Casali, mancheranno i pedoni...cosa ci andranno a fare? A questo punto facciamo una cosa: pedonalizziamo tutta la città ad esclusione della tangenziale. Si parcheggia tutti allo stadio e poi con dei pullman degli anni ‘90 si va tutti in centro. Un’altra cosa: iniziamo a regolarizzare i parcheggi selvaggi che si inventano i residenti del centro, specialmente durante la notte. Iniziamo a multare le soste menefreghiste nelle zone di carico e scarico. Sicuramente qualche multa aiuterà a riordinare le vie del centro. Spesso questa guerra contro gli accessi nasce proprio dal menefreghismo di chi ci abita, che pensa di avere il diritto di parcheggiare come e dove vuole. Ovviamente questo comporta di conseguenza disagi per chi deve accedere al centro per lavori/consegne che si vedono costretti a parcheggi selvaggi che arrecano intralcio al traffico e pericolo per i ciclisti e pedoni. Fate rispettare il codice della strada anche di notte». Anche Daniela Strada non è per niente convinta della pedonalizzazione di piazza Casali: «Sarà la gioia dei pochi negozi che sono rimasti nel mercato coperto». «Rendono la vita impossibile - aggiunge Alberto Tinelli - per chi ci entra per lavoro. Io devo entrare una volta a settimana: è un inferno, faccio il pass e piazzola di carico e scarico è sempre occupata».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

zone 30-2

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento