Quali cibi non dare assolutamente al tuo cane

Alcuni alimenti come cioccolato, noci di macadamia, uva, aglio e tanti altri possono essere tossici per i nostri pet. La metabolizzazione di alcune sostanze, infatti, è molto diversa tra uomini e animali

Passare il cibo dalla nostra tavola alla ciotola del cane o del gatto non sempre è una buona idea. A volte può non essere adatto ai pet perché poco digeribile o troppo ricco di zuccheri, altre addirittura dannoso. Questo anche in virtù delle diverse capacità di metabolizzare alcune sostanze che ci rendono molto diversi da loro. 

Ecco i principali alimenti da non dare agli animali di casa.

Cioccolato, in particolare fondente

Contiene concentrazioni più elevate di teobromina, un alcaloide con grande potere stimolante del sistema nervoso e cardiaco, la cui assunzione può provocare aumento della frequenza del battito cardiaco e tremori.

Aglio, cipolla e vegetali simili (come il porro)

Sia cotti che crudi, la loro ingestione può provocare, oltre a vomito e diarrea, una grave anemia emolitica a causa del danneggiamento dei globuli rossi. Tra le verdure, anche le parti verdi delle patate, se ingerite crude, possono determinare danni all’apparato digerente e tachicardia, a causa della presenza di solanina soprattutto nei germogli.

Uva, uva passa e uva sultanina

Il rischio è quello di lesioni renali acute che, se estese, possono portare a danni renali permanenti. La sostanza responsabile di questi effetti non è stata ancora identificata.

Noci di macadamia

Contengono una molecola finora sconosciuta che presenta bassa tossicità per il sistema nervoso con conseguenze quali vomito e debolezza.

Dolcificanti, xilitolo in particolare

È molto dannoso anche in piccole quantità: determina una repentina ipoglicemia, che può portare a tremori e collasso; inoltre è difficilmente metabolizzabile a livello epatico, per cui può determinare anche lesioni al fegato.

Bevande alcoliche, birra compresa

Anche in piccolissime quantità, possono essere molto tossiche per cani e gatti che non riescono a metabolizzare l’etanolo.

Caffè e tè

Contengono caffeina o teina, stimolanti del sistema nervoso e cardiocircolatorio ai quali cani e gatti sono molto più sensibili di noi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • Stop attività produttive non essenziali e assembramenti con più di due persone: nuova ordinanza antivirus a Piacenza

  • Covid-19, l’aggiornamento sui casi positivi nel Piacentino del 23 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento