Cbd per acne oltre la maggiore età: nuove soluzioni

Si stima che nove adolescenti su dieci debbano fare i conti con la presenza di acne, la quale è causa di problemi anche di ordine psicologico

Si stima che nove adolescenti su dieci debbano fare i conti con la presenza di acne, la quale è causa di problemi anche di ordine psicologico. Per alcuni di essi, si tratta di un’esperienza passeggera, per altri il periodo dello sviluppo e della regolazione ormonale è un pò più lungo ma per altri ancora, si tratta di un problema che potrebbe trascinarsi fino a oltre l’età adulta.

L’acne giovanile, detta anche acne volgare, segna un importante momento di passaggio, dall’età adolescenziale all’età matura, secondo i parametri fisiologici del nostro organismo.

L’acne è anche un momento nel quale si impara a gestire una buona dose di disagio nel doversi relazionare con coetanei, in un momento molto particolare dello sviluppo.

Maturando, da un punto di vista fisiologico, nella maggior parte dei casi l’acne tende a diminuire, fino ad arrivare ai 17 - 22 anni quando solitamente scompare del tutto, senza lasciare tracce del suo passaggio.

Tuttavia, non è sempre così e in alcuni casi l’acne può protrarsi per molto tempo anche dopo la maggiore età fino ed oltre i trent’anni.

È a questa fascia di pubblico, ovvero alla popolazione adulta, che si rivolgono i consigli e le informazioni di questo articolo, nel quale potrai trovare suggerimenti per migliorare le tue condizioni, quando l’acne non accenna a migliorare. Tra i vari suggerimenti scoprirai come il Cbd per acne può essere un buon aiuto nel diminuire la manifestazione delle infiammazioni e curarla. In particolare, il consiglio da seguire fin da subito è quello di rivolgersi ad aziende competenti e affidabili, prima tra tante Canzon.

Il Cbd derivato da cannabis sativa, negli ultimi decenni è stato oggetto di approfonditi studi e ricerche, che hanno voluto conoscere in che modo sia in grado di apportare benefici sotto molti punti di vista, inclusi quelli che riguardano la presenza di acne.

Il Cbd è un cannabinoide che puoi trovare in molti prodotti specifici per l’acne. Se perciò sono presenti fenomeni di acne nel corso dell'età adulta, puoi tranquillamente valutare di testarlo in piena sicurezza, in special modo se ricorri a prodotti sicuri di aziende che investono molto per mantenere un elevato standard di qualità.

Meglio infatti rivolgersi a quelle aziende che si pongono come leader nel settore della ricerca e nella produzione di prodotti per uso topico, testati e certificati da terze parti, ovvero prodotti garantiti dei quali ci si può fidare.

Cosa succede alle tue ghiandole sebacee? 

Numerosi studi compiuti per comprendere i fattori scatenati che favoriscono episodi di acne, hanno evidenziato che le ghiandole sebacee dei follicoli piliferi vanno in sovrapproduzione di sebo, andando a ispessire la pelle e formando un tappo, volgarmente conosciuto come “punto nero”.

È in queste condizioni che alcuni batteri presenti sulla nostra pelle agiscono, infiammando la zona. Di fronte a tale stato, l’organismo reagisce attraverso la produzione di globuli bianchi. Il conseguente brufolo presente sulla pelle non è altro che il risultato dell’annientamento di tali batteri.

In base alla fisiologia e alla produzione di ormoni di ognuno di noi, in correlazione anche ad altri aspetti e fattori concatenati, come l’alimentazione, derivano vari livelli di gravità di tali infezioni, che riconosciamo con il termine scientifico di acne.

È a questo punto che entra in gioco la possibilità di ricorrere ad aiuti “esterni”. In presenza di acne infatti si può fare uso di prodotti per la pelle, come quelli a base di Cbd, che può essere un ottimo alleato nel combattere stati di alterazione cutanea, come l’acne. 

La presenza di acne dopo la maggiore età è una condizione da non sottovalutare mai. Per tale motivo è sempre bene rivolgersi al consulto di un medico ma è anche importante considerare alcuni aspetti collaterali, legati all’acne.

Parlando di disturbi della pelle, così come per le malattie in generale, non si devono sottovalutare neanche le conseguenze che un fenomeno cutaneo come l’acne può avere sullo stato psicologico di chi ne è affetto.

Non si tratta solo di un inestetismo ma di un problema che merita la giusta attenzione.

L’acne è un disturbo non solo fisico ma può diventare anche un disagio emotivo, che può compromettere in qualche modo la vita sociale di chi ne è soggetto. 

Se il Cbd viene riconosciuto come effettivo supporto in tal senso. allora i suoi principi attivi possono essere certamente degli importanti alleati per gestire l’acne. 

Le reazioni che tale sostanza può scatenare sul sistema endocannabinoide, rispetto al trattamento dell’infiammazione, possono essere prese seriamente in considerazione quali possibili rimedi anche dal punto di vista psicologico.

Soluzioni tradizionali e rimedi innovativi 

Chi ha cercato di trovare dei rimedi “fai da te”, di facile preparazione ma scarsi risultati, si sarà reso conto che l’acne è un problema che non può essere risolto con soluzioni di di fortuna.

Tra rimedi inefficaci e prodotti di cui non si conoscono l’identità o i principi attivi, si trovano comunque delle soluzioni che possono aiutare a migliorare l’acne, specialmente in età adulta.

In commercio si possono trovare molte alternative, dalla fitoterapia agli oli essenziali, dall’omeopatia alle maschere d’argilla. 

Diverse aziende che pongono in prima linea l’etica e la professionalità, hanno messo a punto formulazioni sicure, come quelle a base di liposomi che proteggono la pelle colpita dall’acne.

Nuove soluzioni

I progressi compiuti negli anni e le conoscenze sempre più approfondite hanno permesso di mettere a disposizione nuovi prodotti in grado di fornire un concreto aiuto, per combattere l’acne anche nell’età più matura.

Nuove soluzioni sono certamente allo studio e in fase di ricerca ma sono già disponibili diverse creme in grado di offrire un concreto aiuto in caso di formazione di anche, soprattutto quando si presenta non in adolescenza.

Tra queste nuove soluzioni parrebbe esserci anche il Cbd con le sue proprietà antinfiammatorie, sia sotto forma di crema che sotto altre tipologie di prodotti, comunque testati e sicuri e derivati dai semi di canapa.

Confrontandoti con il medico che ti sta seguendo sotto questo aspetto potreste scegliere insieme di valutare anche il Cbd nel trattamento della tua acne e potreste farlo considerando le sue proprietà da più punti di vista.

Il Cbd può essere un valido aiuto in presenza di acne, anche sotto forma di cristalli. In commercio trovi molte alternative, che presentano livelli di di thc entro i limiti consentiti, e che potrebbero interagire con gli squilibri ormonali essendo ricchi, oltre che di omega 3, di omega 6 come l’acido-gamma linolenico.

I prodotti per combattere l’acne a base di Cbd sembrerebbero anche avere proprietà di immunosoppressori. 

Di fronte a un sistema immunitario molto sollecitato da continue infiammazioni e quindi iperattivo oppure indebolito, il Cbd parrebbe essersi dimostrato efficace.

Da affiancare a eventuali trattamenti che stai già seguendo e che hai pianificato con il medico, sempre dopo aver sentito un suo parere, puoi valutare serenamente anche la crema per acne al Cbd che oltre ad essere veicolata con tecnologia liposomiale crea uno strato protettivo per la pelle.

Dal momento che la tua pelle viene attaccata ogni giorno da agenti come lo stress ossidativo, perché non esplorare nuove soluzioni utilizzando il Cbd per acne?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

  • Dalla logistica la merce rubata finiva in negozi compiacenti: 14 persone in carcere

Torna su
IlPiacenza è in caricamento