Coronavirus: le regole per l’igiene di cani e gatti

Gli animali domestici non possono contrarre e trasmettere il Coronavirus ma gli specialisti suggeriscono delle raccomandazioni per minimizzare le contaminazioni

Non esiste alcuna evidenza scientifica che comprovi che i cani e i gatti possano contrarre l’infezione Covid-19 e diffonderla agli essere umani. In questo periodo bisogna assicurarsi, però, che anche gli amici a quattro zampe siano curati. L’emergenza sanitaria in atto, infatti, impone che tutti i cittadini seguano delle scrupolose regole di pulizia personale e ambientale. Queste importanti norme igieniche, però, devono essere declinate anche per gli animali domestici, presenti in più di una famiglia italiana su tre. Gli esperti di Ca’ Zampa, il Gruppo di Centri pensati per il benessere dei pet, suggeriscono alcune semplici raccomandazioni per disinfettare la cute da microrganismi nocivi e combattere virus, batteri e funghi.

Spazzolare a lungo il pelo

Gli specialisti lo ripetono come un mantra: spazzolare, spazzolare e ancora spazzolare. Questa procedura, da eseguire sia sul cane sia sul gatto, consente di eliminare il pelo in eccesso (che non finisce, così, sulle superfici di casa) e tenere sotto controllo l’eventuale comparsa di parassiti.

Fare il bagno ogni due settimane

Come suggeriscono i veterinari, per un’azione antisettica il bagno andrebbe fatto ogni 15 giorni. La detersione del cane, ad esempio, serve non solo per ridurre l’odore naturale del suo pelo ma anche per eliminare quello in eccesso.

Usare la clorexidina per il pelo

Si consigli l’utilizzo di shampoo per animali con il 4% di clorexidina: questa sostanza, utilizzata anche dall’uomo sotto forma di collutorio per disinfettare il cavo orale, è un agente antimicrobico in grado di eliminare virus e batteri.

Attenzione all’igiene quotidiana di pelo e zampette

È fondamentale igienizzare frequentemente, senza sciacquare, una o più volte al giorno e soprattutto al rientro da una passeggiata, le aree cutanee più soggette a sporcizia (zampette e area genito-anale) con idonee salviette umidificate a base di clorexidina.

Fonte: "Ok salute e benessere"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Di ritorno da Bologna si schiantano con l'ambulanza contro un tir, quattro feriti

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Armato di coltello si barrica all'Asl per tre ore: non gli era stata rinnovata la patente, arrestato

  • Infarto al cimitero, si accascia vicino ad una tomba e muore

  • Da mercoledì 20 gennaio diventano a senso unico alcune vie cittadine

Torna su
IlPiacenza è in caricamento