Qualche consiglio per combattere il caldo e non stare male

Dal ministero della Salute arriva il decalogo per ridurre i rischi legati alle alte temperature, soprattutto nelle persone più fragili come anziani, malati cronici, neonati e bambini

Le alte temperature estive sono arrivate. Dopo una mezza stagione dal sapore quasi autunnale, l’estate è arrivata con tutte le sue peculiarità. Tra queste, anche i suoi 30-40 gradi, che hanno già raggiunto tutti i centri italiani, da Nord a Sud.

Si suda al sol pensiero, ma non disperate: come ogni anno gli esperti vengono in nostro aiuto con dritte utili per vincere afa e il caldo. Ma non solo, i consigli del ministero della Salute puntano anche a ridurre i rischi nelle persone più fragili come anziani, malati cronici, neonati e bambini.

Esci nelle ore meno calde della giornata

Evitare di uscire all’aria aperta nelle ore più calde, cioè dalle 11 alle 18. Se si deve fare per necessità, non dimenticare di proteggere il capo con un cappello di colore chiaro e gli occhi con gli occhiali da sole. Inoltre proteggere la pelle dai raggi del sole con creme ad alto fattore protettivo. Scopri le istruzioni per usare al meglio le creme protettive

Indossa vestiti leggeri

Sia in casa che all’aperto, indossa abiti leggeri, non aderenti e di fibre naturali per permettere la traspirazione della cute.

Rinfresca la casa e l’ufficio

Scherma le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle e tende. Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata è l’ideale per non creare ambienti troppo caldi. Se si utilizza l’aria condizionata, ricordarsi che va utilizzata adottando alcune precauzioni per evitare conseguenze sulla salute ed eccessivi consumi energetici. In particolare, si raccomanda di utilizzarla preferibilmente nelle giornate con condizioni climatiche a rischio e di regolare la temperatura tra i 24-26 gradi. Inoltre, ricordatevi di provvedere alla manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri e di evitare l’uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia.

Riduci la temperatura del corpo

Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca. In casi di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca.

Fai meno attività fisica

Nelle ore più calde evitare attività fisica o lavori pesanti all’aperto.

Bevi con regolarità e mangia il giusto

Bere almeno due litri di acqua al giorno. Gli anziani devono bere anche se non ne sentono il bisogno. Evitare di bere alcolici. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua.

Attenzione alla macchina

Prima di salire aprire gli sportelli. Quando si parcheggia la macchina non lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell’abitacolo.

Conserva correttamente i farmaci

Leggere attentamente le modalità di conservazione riportate sulle confezioni.

Attenzione alle persone a rischio

Quando arriva il gran caldo, le persone anziane, con patologie croniche e le persone che assumono farmaci devono consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli. Non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso.

Prenditi cura degli anziani

Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli. Segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento