rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

Agosto 1895, don Miraglia querela il vescovo Scalabrini e trecento sacerdoti

In un mondo che va forte, troppo, che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne dà l'opportunità, il libro Sei anni di vita piacentina (1894 -1899) giorno per giorno a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne dà l'opportunità, il libro Sei anni di vita piacentina (1894 -1899) giorno per giorno a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli.

1-15 AGOSTO 1895

1 - da Libertà: In Strada san Salvatore  anche innanzi alla costruzione del dispendioso canale di scolo del nuovo Macello mancavano le necessarie chiaviche per lo smaltimento delle acque piovane che allagavano ed allagano la detta strada. Da che a questo sconcio la vecchia Amministrazione non ha riparato, non potrebbonsi immettere le acque pluviali nel canale di scolo del Macello, ottenendosi in tal modo anche Il vantaggio di far sentire meno la puzza orribile che emana allo sbocco di esso per le materie escondotte e la deficienza di necessaria corrente per asportarle e disperderle. 

- Da Il Progresso: "Stanotte o in sul far dell'alba partirono per i campi  frotte numerose di cacciatori. Moltissimi i lombardi venuti tra noi. 

2 - da libertà: "Bestiame introdotto e macellato nel pubblico macello durante il mese di luglio: Buoi e manzi 155. Vacche e tori 8. Manzette 1.  Vitelli 314. Pecore e capre 163. Agnelli e capretti 132. Equini 46". 

- Da Libertà: In piazza Cavalli sono incominciati i lavori preliminari per l'impianto della macchina che, secondo l'uso antico verrà quest'anno incendiata la sera della Madonna d'Agosto. La macchina, quest'anno, rappresenterà una moschea turca. 

4 - da Libertà: Nel clero. E' risaputo come, in forza dei canoni ecclesiastici, mons. Scalabrini abbia dovuto, in seguito alle querele del prete siciliano don Paolo Miraglia portate contro diversi sacerdoti piacentini, scomunicare il Miraglia stesso, cui era già stato interdetto l'esercizio del ministero sacerdotale. Essendo poi ora comparso un giornale settimanale dal titolo “Gerolamo Savonarola”, fondato e diretto da Miraglia stesso, che l'autorità ecclesiastica ha ritenuto dannoso alle coscienze e contro i veri precetti del cattolicesimo, mons. Vescovo proibì tale pubblicazione, condannandone il fondatore e gli estensori e mandando apposita pastorale ai fedeli con incarico ai parroci di leggerla in chiesa. In seguito a ciò, ieri comparivano sui muri della città degli avvisi a stampa con cui don Miraglia faceva annunziare che, per diffamazione, querelava lo stesso nostro Vescovo mons. Scalabrini e i 300 e più parroci della diocesi piacentina che la pastorale vescovile pubblicarono nelle loro chiese. 

6 - La giunta municipale, nella sua odierna adunanza, prende atto della comunicazione dell'esito sfavorevole per il Comune del concorso in Cassazione nella causa della Società del Gas. 

7 - da Libertà: la Deputazione provinciale procede alla proclamazione dei componenti il nuovo Consiglio provinciale. Nell'ufficio della stessa Deputazione si procede oggi all'asta per l'appalto dei lavori di costruzione del ponte sul Ribà. L'asta viene aggiudicata all'appaltatore Sante Mucciarini di Paullo di Modena. 

- Nei pressi di Pontenure muoiono annegati tre giovani della famiglia dell'ing. Giuseppe Tesini che si  erano recati a fare una merenda sulle rive del Nure, in vicinanza del ponte di Roncaglia. Sono i fratelli Tesini Adelaide di 18 anni e Alberto di 16 nonché la cugina lole Isacchi di 21. 

8 - da Libertà: I lavori al campanile di S. Sisto finalmente sono ultimati, con generale soddisfazione e precisione d'arte, essendo stati eseguiti e diretti da persone competentissime, quali sono gli egregi ingegneri addetti all’ufficio Regionale di Bologna rappresentati qui dall'ing. Vincenzo Bergamaschi. 

- da Libertà: In San Fermo, ieri sera, doveva tessere il panegirico in onore di San Gaetano Tierre. Ma  essendogli stato dalla autorità ecclesiastica proibito, il sacerdote Luigi Mizzi,  non poté esso perciò presentarsi sul pergamo. Alcuni di quelli che erano in chiesa, specialmente ragazzi e sfaccendati, saputo della proibizione fatta al Mizzi, diedonsi a schiamazzare, per cui la chiesa fu dovuta far sgomberare. 

9 - da Libertà: per ragione di pubblica igiene, alle dodici di oggi l'acqua del Trebbia (e così sarà per 48 ore) viene tutta immessa nei canali della città. 

- La Giunta municipale, nella sua odierna adunanza, delibera di accettare l'invito del Sindaco della capitale del Regno di partecipare alla solenne commemorazione del XXV anniversario della riunione di Roma all'Italia. 

11 – da Libertà: iniziano oggi i divertimenti per le feste agostane, che dureranno fino al sedici del mese. Questa mattina, si apre la fiera del bestiame in piazza Castello. Inoltre prende inizio la gara straordinaria di tiro a segno. Nel ciclodromo della Vittorino iniziano le corse velocipedistiche. In serata piazza Cavalli é illuminata con tutti i becchi a gas e le quattro grandi lampade Siemens. La musica militare suona fino alle 22. 

13 - da "Il Progresso": Una bellissima libreria, con relativi annessi e connessi, oggetti di cancelleria, quali registri e via dicendo, ampia, elegante ha aperto testé sul Borgo, ove esisteva il celebre antico Caffé Cavrotti, il gentile e coraggioso sig. Luigi Fagnola". Fino ad ora la libreria aveva la sua sede nell'ex negozio Schiavi. 

12 - da Libertà: Questa sera, dopo le corse ciclistiche, ha luogo un concerto musicale in piazza Cavalli, completamente illuminata. In piana Cittadella, svariati divertimenti popolari si svolgono oggi: giostre, navicelle volanti, tiro a segno, gabinetti ottici e meccanici. Piazza Duomo e via Diritta sono splendidamente illuminate. 

14 - da Libertà: Coloro che si interessano di opere manuali del paese e ne studiano i progressi, potranno riscontrare nel lavoro del sig. Medardo Tirotti un saggio degno di molta lode, eseguito per le chiudende della porta principale del palazzo Calciati in via San Pietro, ora proprietà del sig. Ciocca Costantino di Voghera.

- In casa Vaciago, nel salone della Società Negozianti, si inaugura il Collegio degli Ingegneri ed architetti della città e provincia, ricostituitosi di recente sotto la presidenza dell'ing. Arrigoni, sindaco. 

15 - da Libertà: Questa sera, in piazza Cavalli, suona la musica militare. Si ha uno spettacolo di fuochi artificiali con accensione della macchina “moschea turca” alta ventisei metri. Sorgono difficoltà nell'accensione dei razzi e della stessa macchina, che improvvisamente provoca un incendio tale da richiedere l'intervento dei pompieri. Il pubblico contesta rumorosamente, fino a rompere gli steccati e a fare man bassa del materiale pirotecnico. 

... confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il professore Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? "Forse che sì forse che no", com'è scritto nella pietra d'angolo d'una bella casa di via Campagna”.

Agosto 1895, don Miraglia querela il vescovo Scalabrini e trecento sacerdoti

IlPiacenza è in caricamento