Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Aprile 1896, restaurata la facciata della chiesa di San Francesco

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C è ne dà l’opportunità, il libro Sei anni di vita piacentina (1894 -1899) giorno per giorno, a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli

16- 30 aprile 1896

16 - da Libertà. Oggi viene inaugurato il servizio telegrafico a Travo.

17 - da Libertà. A Castelsangiovanni il consueto convegno per collocamento dei famigli nell'occasione della sagra delle cappelle di Fontana, anche quest'anno fu frequentato assai; con sentita commozione abbiamo visto offrire il loro servizio, giovani di famiglie, un tempo possidenti ed agiate, ora decadute per sventura, per imprevidenza o per malvagità dei tristi. Li abbiamo visti però sereni e fiduciosi nel sacrificio a cui si consacrano.

Da Libertà. Finalmente l'artistica facciata di S. Francesco verrà restaurata. La Fabbriceria si è decisa ad intraprendere i lavori, e così verrà completato il pinnacolo di mezzo, fatto sullo stile di quelli laterali. E così verranno pure tolte quelle costruzioni in laterizi sovrapposte al basamento della facciata, che la deturpano e stridono acerbamente colla armonia del tutto. Di più, si provvederà a fornire quel tempio di un pulpito nuovo. Ma speriamo non si addosserà ad alcuna colonna, come per il passato, anche per ragioni di estetica.

18 - Da L'Amico del Popolo. Siamo lieti di annunciare come ieri, venerdì, mercé lo zelo intelligente ed attivo dell'Arciprete D. Antonio Cavalli, si costituisse a Trevozzo la Cassa Rurale Cooperativa, la prima sorta sino ad oggi in Diocesi, coll'intervento di due membri del Laicato Cattolico Diocesano, recatisi colà espressamente da Piacenza.

Da L'Amico del Popolo. Il prof. Bernardino Massari, nuovo benedicente le salme dei trapassati all'ingresso del Camposanto, ha fisso il chiodo di volerne abolito l'ufficio di Cappellano, in omaggio al progresso, alla civiltà, alla tolleranza, alla libertà dei culti, e a tutto quell'altro bagaglio retorico che dal 1848 in poi ha perduto assai del suo corso, senza che egli forse ancora se ne sia avveduto.

Un gallo, quaranta galline e un tacchino vengono rubati sul far dell'alba a certo Antonio Zini di Podenzano.

19 – Da Libertà. Una folla enorme assiste oggi alla conferenza in Duomo tenuta, alle ore 16, da padre da Trobaso sul tema La forza repressiva della Chiesa. Al termine, viene inscenata una dimostrazione che dura circa un'ora che vede da un lato levarsi grida di evviva al Vescovo dall'altro alcune grida di evviva Miraglia.  Interviene la forza pubblica che trae in arresto alcuni manifestanti, peraltro semplicemente ammoniti dall'Ispettore e subito rilasciati.

20 - Da Il Progresso. La siccità comincia ad impensierire i proprietari e gli agricoltori, ché i foraggi crescono a stento intisichiti e le brine da qualche mattina fanno capolino ed anzi hanno già prodotto danni qui nel circuito delle nostre mura. E' davvero una cosa grave.

21 – Da Libertà. La Giunta municipale, nella odierna adunanza, si occupa delle pratiche riguardanti il nuovo contratto d'appalto per il servizio di illuminazione a gas.

Da Il Progresso. I nostri appaltatori di opere pubbliche sig. Rizzi hanno assunto la costruzione di quell'importante lavoro che è la fognatura generale della città di Milano. Essi hanno vinto su numerosi concorrenti, dando un forte ribasso. Ingegnere collaboratore della impresa assuntrice, sarà l'altro concittadino sig. Enrico Ranza.

23 – Da Libertà. A Vicobarone certo Alfonso Dallavalle di 20 anni uccide con cinque colpi di rivoltella, il coetaneo Giovanni Pio Botta durante la festa dei coscritti.

24 - Da Libertà. Sappiamo che domenica 26 c.m., nella monumentale chiesa di S. Sisto, verrà celebrata con canto e musica la funzione del patrocinio di S. Giuseppe, ed in tale occasione verrà collaudato l'organo che, da vari mesi, si trovava sotto restauro. Quest'organo, che data dal '500, era in tale stato di deperimento da rendere molto difficile la riuscita, e si può dire che il provetto sig. Ferranti ha compiuto un vero miracolo rimettendolo a nuovo.

25 – Da Il Progresso. Scuole elementari. Molte famiglie lamentano e deplorano che nelle nostre scuole elementari le lezioni non procedano regolarmente per la mancanza di qualche maestra e pel continuo succedersi nelle varie classi delle così dette assistenti.

26 - Da 'Il Progresso'. Dimostrazioni di scolari. E' una vera epidemia. Anche gli alunni delle scuole elementari la subiscono e si sono messi a fare dimostrazioni. Ieri gli scolari della quarta e perfino della seconda classe del Rione S. Pietro, dopo aver letto sul Progresso il decreto di abolizione degli esami finali nelle classi 1', 3', 4' elementare, si pronunciarono favorevoli all'attuale Governo.

Da Libertà. La signora Luisa nata contessa Scribani Rossi di Piacenza, di 44 anni, moglie del maggiore del Genio Stefano Giarelli, la notte scorsa si suicidava precipitandosi dalla finestra della sua stanza da letto, nella casa in via Massimo d'Azeglio n.24, terzo piano. La contessa Scribani Rossi Giarelli era figlioccia della duchessa di Parma.

27 - Da Libertà. Verso le ore 21 di ieri, in via Trebbiola, avvenne un tafferuglio; corsero pugni e schiaffi fra diversi giovanotti miragliani e antimìragliani'. Certo Daniele Libé viene tratto in arresto dai carabinieri.

28 - Da Libertà. In Pretura, inizia il processo pei fatti di S. Savino del 1° gennaio scorso. Dieci sono gli imputati, nove donne e un uomo, certo Vincenzo Metti. Sono accusati di avere recato offesa alla religione cattolica cristiana turbando l'esercizio della funzione della messa.

30- Da Libertà. In serata, vengono consegnate dal Sotto Comitato della Lega Internazionale per la Pace e l'Arbitrato della nostra città all'on. avv. Camillo Tassi, perché le presenti al Parlamento, le schede sottoscritte in questa città e nelle principali borgate del suo territorio, per il ritiro delle truppe dall’Africa.

... confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il prof. Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? Forse che sì forse che no, com’ è scritto nella pietra d angolo d una bella casa di via Campagna.

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

" In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne da l'opportunità il libro ""Sei anni di vita piacentina (1894-1899) giorno per giorno"", a cura di Corrado Sforza Fogliani e Antonietta De Micheli "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ottimo, come sempre.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento