Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Natale 1896 uggioso e senza neve, molti i forestieri

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C è ne dà l'opportunità, il libro "Sei anni di vita piacentina (1894 -1899) giorno per giorno", a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli

16 - da 'Libertà': "La ceramica a Piacenza. Di questi giorni è esposto nelle vetrine del sig. Conti in via XX Settembre  uno splendido ed artistico vaso in ceramica, lavoro dello stabilimento Delledonne. II vaso colossale, di forma greca con ciuffo di fiori da un lato, è dipinto con tinte resistenti al fuoco; la riuscita è eccellente ed il risultato che il sig. Delle Donne dopo lunghi esperimenti ha ottenuto, è più che soddisfacente, poiché è riuscito a dare una pregevole imitazione delle ceramiche tedesche alle quali nulla, il vaso del quale parliamo, ha da invidiare".

17 –da Libertà:  il consiglio comunale si occupa dell'ampliamento del Sacello di Guastafredda e della sistemazione del piazzale della chiesa di S. Giovanni in Canale.

Da 'Libertà': "E' vero che il cantone San Francesco, appunto perché cantone, non può pretendere lo stesso trattamento di una strada; è vero che le vie di Piacenza, comprese le principali, come per es. il corso Vittorio Emanuele, in fatto di illuminazione lasciano molto a desiderare, ma è anche vero che il suddetto cantone per essere nel centro della città è molto frequentato ed altrettanto buio. Ed è così ben frequentato e tanto oscuro che fin dalle prime ore della sera, diventa un orinatoio solo, da via Venti Settembre a via Dazio Vecchio".

18 - da 'libertà': "XV anno” Lo sviluppo eccezionale per un foglio di provincia, preso dal giornale nostro, ci crea l'obbligo preciso di corrispondere alla fiducia del pubblico per guisa di sempre più rendercene meritevoli. In questo intento andiamo studiando il modo per cui, ad una trattazione appassionata, obiettiva, fatta unicamente nell'interesse della pubblica cosa, delle quistioni politiche generali ed amministrative della città e provincia nostra; alla pubblicazione di romanzi distinti che abbiano a destare nei lettori un vivo interesse, debba comparire nel nostro giornale un servizio d'informazioni sempre più pronto ed efficace. E andiamo sicuri - sia pure con qualche maggior sacrificio - di riuscirci perfettamente". Quest'anno il giornale dona ai propri abbonati un Almanacco italiano per il 1897 del Bemporad.

19 - da 'il Progresso': "Caccia magra sul Po. E' inesatto che sul Po scarseggiano i palmipedi (anitre selvatiche); è invece abbondante, il passo di questa selvaggina. Il guaio si è che essa prosegue pel suo viaggio, senza neppure fare un tuffo nel superbo Eridano. Quindi, caccia magra".

IMG_5915-2

20- da 'libertà': "In occasione degli urgenti restauri fatti alla facciata della chiesa di San Raimondo, alla quale fino dal 1833 nessuno aveva più pensato, si è pure stabilito di far costruire a complemento del lavoro anche una cancellata in ferro onde rimuovere certi brutti e noti inconvenienti".

21 - da 'Il Progresso': "Ieri l'altro sera, alcuni carabinieri furono visti correre più che di carriera al Politeama. Che c'era mai stato e che si minacciava di grave? Ecco tutto; nell'intermezzo da un atto all'altro di una commedia, piovvero dal Loggione in platea alcuni manifestini, portanti l'annunzio che nel giorno 2S del corrente mese uscirà il giornale socialista 'Avanti' ".

23 – da 'Libertà': "E' quasi ultimato il campo di pattinaggio, al quale si accede dal Viale del Risorgimento. La superficie misura oltre 2000 metri quadrati e la profondità dell'acqua non oltrepassa i 40 cm.: a questo modo, anche i più timidi potranno dedicarsi al dilettevole sport senza esporsi a pericolo. Il locale sarà ultimato fra alcuni giorni, è provvisto di una grande vetrata prospiciente il campo e verrà convenientemente arredato".

25 - da Il Piccolo': "L'Associazione fra Commessi di negozio e Studio, forte di un centinaio di soci, con vent'anni di vita e con un capitale di oltre 15 mila lire, si è sciolta!"

26 -da 'Libertà': "Natale è passato anche quest'anno, con una stagione un po' uggiosa,  ma senza neve; ed è già molto. I forestieri non erano pochi: quanti amici abbiamo riveduti di questi giorni, e quanti auguri! Nelle vie c'era una animazione insolita, come gli altri anni, d'altronde. Salumieri, beccai e fruttivendoli hanno fatto del loro meglio: ci hanno allagato le vie di .... generi.  La notte di Natale vi fu messa alla Cattedrale ed al Carmelo: un mondo di gente in ambe le chiese: le funzioni procedettero calme, tra la mistica poesia dei riti e dei canti liturgici. Nessun incidente si ebbe a registrare. Ieri poi, come ogni anno, è stata una festa generale familiare e gastronomica!"

26 - da 'Libertà': "Teatro Municipale. La prima della Bohème. Si prevedeva un teatro migliore e tutto lo prometteva: l'apertura della stagione e l'opera nuova, preceduta da tanti successi, la quale non poteva mancare di destare grande successo".

27 -da 'Libertà': "La Bohème al Municipale. La seconda della Bohème non seppe attirare gran pubblico: era un - bel teatro anche quello di ieri sera - molte le signore - ma non come prevedevasi".

30 da 'Libertà'; "Come in tutte le altre città italiane anche qui venne ieri sequestrato il giornale socialista 'Avanti' per un articolo offensivo all'Esercito".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

... confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il prof. Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? Forse che sì forse che no, com’ è scritto nella pietra d angolo d una bella casa di via Campagna.

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

" In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne da l'opportunità il libro ""Sei anni di vita piacentina (1894-1899) giorno per giorno"", a cura di Corrado Sforza Fogliani e Antonietta De Micheli "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Credo che poco sia cambiato rispetto al Dicembre 1896, salvo l'aumento dei residenti e la topografia della città. In meglio? Forse che si, forse che no. Dipende dalle persone.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento