rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

Novembre 1897, muoiono Giuseppina Strepponi Verdi e il cassiere Galli coinvolto nel furto alla Popolare di Piacenza

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C è ne dà l’opportunità, il libro Sei anni di vita piacentina (1894 -1899) giorno per giorno, a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli

NOVEMBRE 1897

Due decessi hanno tenuto la cronaca nella seconda metà del novembre 1897: Il 14 novembre 1897 a Busseto moriva Maria Clelia Giuseppa Strepponi, detta Giuseppina, seconda moglie di Giuseppe Verdi; a Buenos Aires l’arresto e il suicidio del rag. Vittorio Galli, già impiegato addetto alle cambiali e ai depositi della Banca popolare che con un cassiere aveva sottratto “lire 110 mila e rotti”.

17 - da 'Il Progresso': I funerali della signora Verdi. I funerali della signora Verdi ebbero luogo stamattina alle ore 7 nella villa di S. Agata. Per espressa volontà dell'addolorato maestro essi erano in forma privatissima. Nessuna rappresentanza ufficiale.

18 - da 'Libertà': Il passaggio della salma della signora Verdi. Ieri, col diretto delle 13,45 che proviene da Bologna, passò dalla nostra stazione ferroviaria la salma della compianta sig. Giuseppina Strepponi, moglie dell’immortale e venerando maestro Verdi, morta domenica scorsa nella sua villa a Sant'Agata di Busseto. Le spoglie mortali dell’affettuosa compagna del grande maestro erano dirette a Milano, per essere collocate provvisoriamente in quel Cimitero Monumentale, non essendo ancora ultimato il grande mausoleo che, nella stessa sua villa di Sant'Agata, il m.o Verdi ordinò si erigesse, per accogliervi i resti mortali suoi e della moglie sua. Il feretro era deposto su di un carro-galleria ferroviario, mandato espressamente ieri, dalla nostra stazione a quella di Fiorenzuola, dall'egregio capo-stazione principale di qui, cav. Mazzacurati, onde trasportare a Milano la veneranda salma, che con carro funebre doveva giungere a Fiorenzuola da Sant'Agata ove ieri mattina vennero fatti solenni funerali. Il carro-galleria che trasportava il feretro era stato addobbato per la circostanza e tappezzato, è la vera parola, di numerosissime e belle corone, donate da amici ed ammiratori del grande maestro e da diversi Municipi. Accompagnavano il feretro, oltre che il cav. Mazzacurati ed alcuni parenti della defunta, il comm. Giulio Ricordi di Milano, il cav. Persico sindaco di Villanova d'Arda ed il sindaco di Busseto. Alla nostra stazione si trovò pure il prefetto cav. Ferrari, il quale si intrattenne a parlare col Ricordi e coi sindaci di Busseto e Villanova. La salma quindi ripartì per Milano, ove per cura del comm. Ricordi verranno fatti solenni funerali. Giuseppina Verdi Strepponi era morta il 14.Giuseppina Strepponi e Verdi-2

26 - da 'Il Progresso': Nell'infausto avvenimento del recente decesso della moglie Giuseppina Strepponi il maestro Verdi, oltre a copiosa distribuzione di pane e danaro ai poveri effettuatasi nel giorno delle esequie che hanno avuto luogo a Sant'Agata, ha elargito la somma di lire mille (1000) ai poveri di Sant'Agata stessa dove l'illustre maestro da oltre un quarantennio dimora.

- da Libertà'; "La salute di Verdi. Al 'Resto del Carlino' telegrafano da Fiorenzuola: "Proveniente da Sant'Agata è giunta ora la signora Stolz che fu per alcuni giorni ospite del m.o Verdi. La celebre artista disse che l'illustre maestro, malgrado il recente lutto che per lui fu colpo terribile, conserva tuttavia ottima salute e perfetta lucidità di mente, tanto che attende ancora personalmente al disbrigo dei molteplici affari inerenti alle grandi sue proprietà.

°°°°°

15 - da Il Progresso: In città, a tarda sera, nei bar e in teatro non si parla d altro che della notizia del suicidio, avvenuto in America, del sig. Vittorio Galli, uno degli autori dei furti a danno della nostra Banca Popolare.

16 - da 'Libertà': La notizia del suicidio del rag. Galli ha destato ieri molta impressione in città. Le ultime notizie che si hanno in proposito sarebbero che il Galli avrebbe tentato di suicidarsi, ma che non ci sarebbe riuscito. Egli si troverebbe gravemente ferito.

17 - da 'Libertà': L'arresto del rag. Galli. La notizia dell'arresto del rag. V. Galli con conseguente tentato suicidio, data da noi, ieri l'altro, come voce che correva insistente, possiamo ora confermarla, come ci è assicurato da fonte sicurissima. Il Galli si trova in stato grave. In altra parte del giornale: Da fonte attendibile veniamo a sapere che il Galli sarebbe morto all'infermeria della prigione di Buenos Aires in seguito alle ferite infertesi. I fatti: il 16 ottobre il Vittorio Galli arrestato tentava il suicidio ferendosi con un temperino. Trasportato all'ospedale di San Rocco di Buenos Aires si suicida con un ferro chirurgico. Volle morire pur di non essere trasportato al suo Paese.

°°°°°

9 - da 'Libertà': Giornalismo: Scrivono da Piacenza al 'Secolo XIX' che, col 29 del venturo mese, uscirà fra noi un nuovo giornale clericale quotidiano, il quale avrà per titolo il 'Vero Cattolico'.

21 - da 'Il Progresso': Accresciuto il pane e la pasta di due centesimi. Un attivo e coraggioso industriale ha iniziato vive pratiche per introdurre tra noi il pane, detto di Bruxelles, fatto con frumento senza essere macinato.

23 - da 'Libertà': Un elegante negozio di stoffe, seterie e cotonine è stato aperto dalla sig.ra Luisa Biggi sulla piazza S. Francesco n. 60. L'abbiamo visto ieri a sera bellamente illuminato a gas acetilene, col sistema del bravo nostro concittadino Bianchi.

26 - Questa mattina cade la prima neve in città.

28 - Il conte Alberto Scotti si accorge della scomparsa di lire 1200 da uno scrittoio nella sua abitazione in via S. Siro. Autore del furto è un servo, certo Luigi Forelli, resosi irreperibile.

29 da 'Libertà': L'infelice esito d'una gara d'onore. La commissione incaricata dell'esame dei lavori presentati dai licenziati dalle scuole normali sia maschili che femminili, nella sua relazione, dopo avere comunicato che alla gara stessa presero parte una sola scuola maschile e ventisei femminili con un totale di 67 candidati, constata la forma scorretta della quasi totalità dei lavori, disordinati e infiorati per lo più anche da errori di ortografia. Nessun candidato fu ritenuto degno di premio.

30 Da 'Libertà': Edilizia. Grazie all'opera della nostra giunta, stassera sarà presentato all'approvazione del Consiglio comunale un progetto mercé il quale sarebbe riparato uno sconcio che tutti conosciamo. Il sig. Cravedi occuperebbe con una nuova costruzione le aree vacanti all'angolo di via Benedettine e di viale San Savino le quali, ingombre come sono di macerie, fanno pessima vista.

... confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il prof. Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? Forse che sì forse che no, come scritto nella pietra d angolo d una bella casa di via Campagna.

Novembre 1897, muoiono Giuseppina Strepponi Verdi e il cassiere Galli coinvolto nel furto alla Popolare di Piacenza

IlPiacenza è in caricamento