Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Ottobre 1894: vaccinati 400 piacentini

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne dà l'opportunità, il libro "Sei anni di vita piacentina (1894-1899) giorno per giorno", a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli

15– da “Libertà”“questa mattina, alla presenza di diversi funzionari del Comune, ha luogo l'apertura della macellazione nel nuovo pubblico macello”.

17 -da "Il Progresso": "Con decreto ministeriale 13 ottobre 1894 viene sciolto il Consiglio notarile di Piacenza, per aver deviato dalle proprie attribuzioni. Queste, fino alla composizione del nuovo Consiglio, saranno esercitate dal Presidente del nostro Tribunale Civile o da un giudice da lui delegato".

Da "L'Amico del Popolo": "Le pubbliche vaccinazioni sono finite la settimana scorsa. Il numero degli individui vaccinati ascende a circa 400. Tutto procedette assai bene. Le vaccinazioni vennero fatte dagli esimi medici municipali sigg. Buscarini, Reffoli, Chizzoni e Zanetti, sotto la direzione dell'egr. ufficiale sanitario municipale dottor Giuseppe Galli".

18 - da "Il Progresso": "Un bellissimo negozio in posizione centrale, in via S. Raimondo, vicino alla farmacia Zangrandi, fu aperto dall'amico nostro conte Francesco Soprani, proprietario del magnifico giardino botanico davanti all'ospedale militare".

19- da "Il Progresso": "Siamo ieri sera per casopassati in via Tre Ganasce ed abbiamo visto una innovazione e un cambiamento, che oggi ne vogliamo tenere parola. Il bravo barbiere Fortunato Bianchi, che prima teneva il suo negozio al n. 9, ora lo ha trasportato al n. 15 della stessa via, nella casa del sig. Tomba Carlo. Il gentilissimo padrone, senza guardare alla spesa, ha fatto rinnovare la facciata della casa, ed ha ridotto la bottega in modo veramente lodevole".

20 - da "L'Amico del Popolo": "A giorni verrà collaudato nella chiesa di Campremoldo Soprano un nuovo organo fabbricato dal valente organaro Giuseppe Cavalli, che tiene fabbrica nella città nostra in via S. Agnese n. 5. L'organo consiste di 30 registri. Robusto, intonatissimo il Ripieno".

21 da "Libertà": "L'egregio concittadino nostro, cav. Faustino Aphel, capo sezione al ministero della Guerra, fu premiato all'esposizione di Milano con diploma d'onore nella categoria sport specialità tiro a segno".

Da "Libertà": "A presiedere la Vittorino da Feltre venne, nella assemblea generale di quella società, chiamato il conte Giuseppe CigalaFulgosi".

22 da "Libertà": "In questi giorni, coll'avvicinarsi della triste stagione, avviene sempre una dolorosa recrudescenza della mendicità, spettacolo poco lieto, per le vie della città".

23 da "Libertà": "Da qualche giorno siamo assediati da lamentele, a voce e a lettera, dei nostri macellai contro il nuovo regolamento di macellazione, che chiamano addirittura "impossibile ed assurdo" e contro il locale del macello, che ad onta dei molti denari spesivi, lascia alquanto a desiderare per comodità e regolarità nei servigi".

24 da "Libertà": "In seguito al telegramma mandato dall'on.Crispi contemporaneamente a tutte le Prefetture del Regno - ordinante l'immediato scioglimento di tutte le Società che si intitolano al partito socialista - venne qui, con decreto prefettiziocomunicato al presidente conte Giacomo Scotti da Calendasco dichiarato lo scioglimento della Associazione Umanitaria, che aveva per l'appunto scopo di propaganda socialistica".

28“Nella chiesa di S. Maria di Campagna oggi ha luogo una grande solennità religiosa in omaggio a S. Vittore piacentino, il cui corpo intero conservasi nel monumentale tempio. AI mattino, celebra mons. Scalabrini. Per tutto il giorno numerosi fedeli affollano la chiesa”.

... confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il prof. Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? "Forse che sì forse che no", com'è scritto nella pietra d'angolo d'una bella casa di via Campagna.

IMG_2789-2

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

" In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne da l'opportunità il libro ""Sei anni di vita piacentina (1894-1899) giorno per giorno"", a cura di Corrado Sforza Fogliani e Antonietta De Micheli "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento