Il tarlo scemo

Il tarlo scemo

Nuova Ztl: caro sindaco Dosi ti scrivo...

Ti scrivo per dirti che capisco e comprendo le enormi difficoltà che incontri nel tuo difficile mestiere, anche quelle che noi cittadini non possiamo neppure immaginare. E non è ironia. Hai tante cose da fare, gestire, come stringere la cinghia e allargare la ZTL. (Questa un po' ironica la voleva essere)

Caro Sindaco Dosi, 
ti scrivo.
Ti scrivo per dirti che capisco e comprendo le enormi difficoltà che incontri nel tuo difficile mestiere, anche quelle che noi cittadini non possiamo neppure immaginare. E non è ironia. Hai tante cose da fare, gestire, come stringere la cinghia e allargare la ZTL. (Questa un po’ ironica la voleva essere).
Ma io sono qui, con queste parole, per darti il mio aiuto con una grande idea che ho avuto, e che voglio lasciare scritta così, come a un amico, e soprattutto gratis.

Sono residente del centro storico da quando sono nato. Le famiglie dei miei genitori, con le loro botteghe, hanno contribuito alla ricostruzione dopo la guerra, lavorando e dando lavoro. Vedere ora il declino, il deserto e la calata tragica delle serrande nel cuore pulsante della città mi fa davvero male, e credimi caro sindaco, il mio sindaco, questa idea di allargare la ZTL e posizionare nuove telecamere è esattamente come ne diceva Fantozzi de “La corazzata Potëmkin”. Dall’altro lato, sia come residente, sia come cittadino informato, caro sindaco, il mio sindaco, capisco le ragioni di non poter aprire la diga delle nostre belle viuzze medievali al libero e incontrollato traffico.

Ed ecco quindi la mia genialata. Usando la magnifica tecnologia, trovate un accordo con i commercianti, bottegai e ristoratori, e create un portale dove un utente, con un semplice click, e pagando magari pochi spicci attraverso carta di credito, paypal, postapay, o carte del comune prepagate, per un TOT di volte può registrare le propria targa e accedere con serenità per andare dal parrucchiere, a ritirare un pacco pesante in un negozio, o andarsi a mangiare una pizza e cinema, senza l'ansia di essere paparazzato e multato. Create nel sistema una turnicazione di accessi limitati numericamente nelle giornata, settimane e mesi in modo che tutti i cittadini possano sfruttarne in uguale quantità. Il Comune forse incassa più delle multe date con le telecamere, e i negozi non fuggono da un centro che sembra una landa desolata per timore del Grande Fratello mangiatore di targhe. Vedrai altri comuni di ciulleranno l’idea e tu farai un figurone…

Non preoccuparti, non dovrai dare il mio nome al programma che gestirà tutto questo, perché “Accesso Trabacchi”, suonerebbe come dire, troppo libertino.
Prova a pensarci, secondo me potrebbe anche funzionare…
Resto a tua disposizione per ogni eventuale aiuto. Chiaramente gratuito.
Con stima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tarlo scemo

Nereo Trabacchi nasce a Piacenza nel '74, città dove tutt'ora vive e lavora. La sua principale attività è nell'azienda di famiglia, ma da qualche anno, la sua passione prima per la lettura e poi per la scrittura, gli hanno permesso di pubblicare sette romanzi. Alcuni titoli come Brindo e me ne vado e Il re della città, hanno conosciuto fortuna su tutto il territorio nazionale. Le sue principali passioni sono il cibo, il vino, la fotografia e gli scacchi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Trabacchi, ottima idea!

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento