Il tarlo scemo

Il tarlo scemo

Sorridi DNA

Evidentemente i giornali, e altri mezzi di informazioni di oggi, sono troppo impegnati a mostrare il culo di Belen o la pancia della Hunziker. Altresì, concentrati sugli enormi passi di Letta oppure a riportare le illuminanti perle della Cancellieri

Evidentemente i giornali, e altri mezzi di informazioni di oggi, sono troppo impegnati a mostrare il culo di Belen o la pancia della Hunziker. Altresì, concentrati sugli enormi passi di Letta oppure a riportare le illuminanti perle della Cancellieri. In effetti, con tutto stò bendidio, perché dare eco a qualcosa di unico e affascinante? Perché raccontare di un team tutto italiano, dell'istituto della tecnologia di Genova, è riuscito a scattare la PRIMA foto a un filamento di DNA? In fondo è una cosa da tutti i giorni. In fondo è solo quello di cui siamo fatti e che nessun occhio umano nudo ha mai visto. Chi non ha in casa la possibilità, oltre che fotografarsi nello specchio del cesso con l'iphone, di tendere due molecole di DNA tra due nano-colonne composte di un silicone altamente idrofobico, fotografarlo e osservarlo per la prima volta nella storia della "vita"? Ma, in fondo, le risposte a queste stupide domande le possiamo proprio trovare osservando la foto in questione, perché se i giornali ci danno subrettine e calciatori invece di tali notizie, significa che queste necessità la maggior parte di noi le ha proprio nel DNA. Cerchiamocele… 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il tarlo scemo

Nereo Trabacchi nasce a Piacenza nel '74, città dove tutt'ora vive e lavora. La sua principale attività è nell'azienda di famiglia, ma da qualche anno, la sua passione prima per la lettura e poi per la scrittura, gli hanno permesso di pubblicare sette romanzi. Alcuni titoli come Brindo e me ne vado e Il re della città, hanno conosciuto fortuna su tutto il territorio nazionale. Le sue principali passioni sono il cibo, il vino, la fotografia e gli scacchi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento