rotate-mobile
Libri piacentini

Opinioni

Libri piacentini

A cura di Renato Passerini

"Gli stucchi dell’oratorio di san Giuseppe di Cortemaggiore"

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale e i racconti degli amici lettori

GLI STUCCHI DELL’ORATORIO DI SAN GIUSEPPE DI CORTEMAGGIORE

Il linguaggio cifrato delle opere di Bernardo Barca

Autore: Luigi Ragazzi - Riccardo Rampini

Editore: Parrocchia di Cortemaggiore

Pagine: 66

Formato: brossura cm 15 x 22

Anno di edizione 2022

Prezzo: € 13

ISBN: 9 798424966712

Il libro è disponibile presso la segreteria parrocchiale di Cortemaggiore, su Amazon e tramite la Libreria Romagnosi.

Eretto sul luogo dove esisteva precedentemente un piccolo oratorio tardo medioevale, l’Oratorio San Giuseppe di Cortemaggiore, cui è dedicata questa presentazione, fu iniziato per volere del notaio Francesco Bo nel 1576, anno di fondazione della Compagnia dei Disciplinati di S. Giuseppe, che successivamente prese il nome di Confraternita dello Spirito Santo. Terminato nel 1593, consacrato nel 1594, presenta tre navate, quella centrale di larghezza doppia di quelle laterali.

Nell’oratorio lavorarono valenti stuccatori. Il primo fu Giovanni Martello di Varallo Sesia che realizzò due pregevoli cantorie. Le decorazioni proseguirono tra il 1698 e il 1703 con l’intervento del cremonese Domenico Dossa, autore dell’intero ciclo della zona presbiteriale, e del ticinese Bernardino Barca per l’intero corpo longitudinale dell’edificio, con una sequenza di pregevoli opere. In questo ricco apparato decorativo Barca collocò anche 22 figure, che - alla rilevanza artistica - uniscono una valenza allegorica, figure sulle quale si concentra il volumetto svelandone il loro significato sotto l’aspetto iconologico. 

L’oratorio è stato recentemente riportato agli antichi splendori da un sapiente intervento di restauro guidato dalla Soprintendenza delle Belle Arti di Parma e Piacenza e supportato con generosità dalla Banca di Piacenza.

Tra le opere che si possono ammirare, si legge nella prefazione al volumetto firmata del Parroco di Cortemaggiore don Paolo Chiapparoli, quella che colpisce maggiormente è l'incantevole e multiforme componimento dello stuccatore Bernardino Barca che con singolare maestria ha rivestito gran parte della superficie interna dell'edificio religioso con graziose e infanti figure angeliche. Adorabili e sorridenti putti che, attraverso un effetto ipnotico, sembrano muoversi in sincrono, sovrapponendosi uno sull'altro, nell'intento ideale di sostenere l'intera volta dell'Oratorio. E lo sfondo blu rende ancora più suggestivo e armonico tutto il componimento facendo risaltare queste lattee creature aeree. Un condensato di bellezza e di fascino raramente riscontrabile in aree così defilate della Pianura Padana.

Il libro - ulteriore tassello per l’efficace valorizzazione del patrimonio artistico e storico di Cortemaggiore - è frutto della appassionata ricerca storica del dottor Luigi Ragazzi, già artefice di

una preziosa guida su Cortemaggiore, e per la meticolosa e attenta contestualizzazione di queste figure allegoriche da parte dell'ing. Riccardo Rampini che ne ha curato anche l'impaginazione.

Il risultato è un agile opera letteraria che guida alla conoscenza e comprensione di figure allegoriche di rara bellezza che catturano l'osservatore per la loro carica enigmatica, simili a messaggeri che parlano un'arcaica lingua ormai sconosciuta che le pagine del libro rendono ben comprensibile.

GLI AUTORI

Luigi Ragazzi, è autore dei libri “Guida di Cortemaggiore” (2021), “Dallo Sputnik alla Luna” (2019) in collaborazione con G. Lorenzo Di Fede, e co-autore con Alfonso Setti del volume “Gli ebrei di Fiorenzuola” (2017).  

Riccardo Rampini, è ingegnere civile, dottore di ricerca e docente universitario. Da tempo è un appassionato studioso di storia locale.

"Gli stucchi dell’oratorio di san Giuseppe di Cortemaggiore"

IlPiacenza è in caricamento