Libri piacentini

Opinioni

Libri piacentini

A cura di Renato Passerini

“I grandi eventi di Casa Farnese”

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

I grandi eventi di CASA FARNESE

Autore Mariano Andreoni

Editore Tip.Le.Co. 

Anno edizione 2020

Pagine 248

Formato cm 24 x 28

ISBN 978-88-32174-24 -3

Prezzo euro 30

In copertina “Ilario Spolverini, ricostruzione della naumachia nel giardino ducale di Parma nel 1690”; in ultima dello stesso pittore, “l’ingresso nella città di Parma del Cardinale Gozzadini per le nozze di Elisabetta Farnese (1714)”.Mariano Andreoni-5

Questo nuovo lavoro di Mariano Andreoni racconta e analizza i grandi eventi familiari dei Farnese all’epoca dei ducati emiliani. Si tratta di una preziosa opera editoriale che apporta un rilevante contributo alla ricostruzione di particolari eventi della vita dei Farnese: matrimoni, battesimi, ingressi solenni, visite di personaggi importanti furono occasioni per la rappresentazione della Corte Farnesiana che riuscì a costruire programmi celebrativi e culturali abbastanza diversificati a seconda della situazione politica ed economica del Ducato di Parma e Piacenza e soprattutto a seconda della personalità del Duca.

Tra gli avvenimenti di rilievo anche i funerali di illustri personaggi di Casa Farnese, celebrati in maniera spettacolare. Allora vigeva l'uso di erigere monumentali catafalchi disegnati quasi sempre da insigni architetti, dei quali le stampe hanno talvolta conservato fortunatamente il ricordo. I luoghi destinati furono a Piacenza il duomo e le chiese di S. Agostino e S. Maria di Campagna, che era considerata chiesa di rappresentanza sia della Comunità di Piacenza sia dei Farnese per celebrazioni di funerali, nascite e altro, come per impetrare la guarigione del principe con sempre sontuosi apparati scenografici e cerimoniali; a Parma soprattutto il duomo e la chiesa di S. Maria della Steccata.

Nelle prime pagine il lettore fa conoscenza delle “pubbliche allegrezze” farnesiane e con le fastose cerimonie di nozze e ingressi a Parma e a Piacenza succeduti nel periodo 1538-1728. Nella seconda parte seguono le solenni esequie avvenute a Piacenza e a Parma tra il 1586 e il 1750. A completamento l’approfondita bibliografia generale.

CONOSCIAMO L’AUTORE. Mariano Andreoni, già insegnante di materie letterarie nella scuola superiore di primo grado, appassionato Copertina-31-2studioso di storia locale; ha pubblicato libri fondamentali per la conoscenza delle origine, della storia e della evoluzione delle località di Podenzano (1986), Pontenure (1988 e 2002), Grazzano Visconti (2012).

Da oltre dieci anni si è dedicato alla ricerca/analisi di aspetti particolari della dinastia Farnese analizzando con rigore scientifico centinaia di fonti bibliografiche italiane e straniere, costruendo poi un’opera in due tomi pubblicati da Tip.Le.Co nel gennaio 2017 e nel luglio 2018 con il titolo “I tesori dei Farnese a Parma, Piacenza, Caprarola, Roma”, che raccontano e analizza i tesori d’arte delle collezioni farnesiane così come a noi pervenute attraverso trasferimenti o dispersioni di epoca e natura diverse.

In ogni suo libro-ricerca storica, Andreoni sa far affiorare aspetti inediti o dimenticati, e in queste 250 pagine sui Farnese?

Sono riuscito a pubblicare, per la prima volta in Italia, tutto l'album di miniature che descrive per immagini il matrimonio di Alessandro Farnese a Bruxelles (pagg. 35-53).  Si sapeva che a Varsavia, nella Biblioteca Universitaria, esisteva questo album, ma è stato pubblicato solo qualche pagina e spesso non a colore.

Un altro argomento di cui sono orgoglioso è il matrimonio per procura di Elisabetta Farnese col re spagnolo (pagg. 111-136).  Sono riuscito a ricostruire per la prima volta le nozze di Elisabetta e il suo viaggio verso la Spagna, per raggiungere lo sposo, attraverso tutti i dipinti a colore di Ilario Spolverini che purtroppo si trovano sparpagliati tra Piacenza (Musei civici di Palazzo Farnese), Parma (Municipio) e Caserta (Reggia). Ognuno di questi Enti ha pubblicato sempre i propri dipinti, non ricostruendo in modo organico e completo tutto l'evento.

Mi auguro – aggiunge  Andreoni - che questa mia piacevole fatica per portare a termine quest’opera rappresenti una testimonianza della grande vitalità dei Farnese, riesca a soddisfare sia le esigenze degli “addetti ai lavori” come quelle di un pubblico che desideri conoscere meglio anche la vocazione per le Arti: pittura, scultura, architettura.

Devo grande riconoscenza ad Adele Arrigoni per il progetto grafico, poi a Oreste Grana per referenze e i restauri fotografici, e a Renato Passerini per servizi editoriali. Inoltre un ringraziamento particolare al prof. Marco Horak per gli utili consigli e la generosa disponibilità, all’amico Giuseppe Pagani per la costante assistenza informatica e a tutto il personale della Biblioteca Comunale “Passerini-Landi” di Piacenza, in particolare a quello del Servizio Prestito Interbibliotecario.

Si parla di

“I grandi eventi di Casa Farnese”

IlPiacenza è in caricamento