Libri piacentini

Libri piacentini

"L'Urtiga" compie cinque anni

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

Una nota lieta nel disastrato mondo dell’editoria: festeggiamo i cinque anni raggiunti da  l’Urtiga il quaderno di cultura piacentina. L’idea della pubblicazione è partita cinque anni fa dal compianto  Luigi Paraboschi e dall’editore  Romano Gobbi che hanno scelto quale nocchiero della navicella editoriale il giornalista Ippolito Negri, affiancato da un comitato redazionale composto da Andrea Bergonzi, Maurizio Cordani, Filippo Lombardi, Luigi Montanari. Il numero zero è uscito nelle librerie nel luglio del 2012. I 16 numeri del primo lustro hanno saputo attrarre un lungo elenco di scrittori, ricercatori, studiosi e semplici appassionati di cultura locale; i circa trenta iniziali collaboratori, oggi hanno raggiunto quota novanta e sono  indicati nel colophon: “Hanno scritto per la rivista”, che non cancella i nomi di  chi ci ha lasciato. In questo modo nuovi appassionati di Piacenza affiancando il loro nome a chi li ha preceduti, potranno capire meglio come il testimone della nostra città passi di mano in mano.

La serie degli oltre 40 tra articoli e contributi fotografici del numero fresco di stampa, si apre con il ricordo della recente scomparsa di Pierluigi Peccorini Maggi. Ne scrive Cesare Zilocchi che con lui condivideva più passioni, dalla caccia, alla storia, alle annotazioni di costume, al disincanto verso la frenesia dell’attualità. Durante la presentazione della rivista si è unito l’emozionato ricordo di Negri e la bella testimonianza portata dall’ex sindaco di Piacenza avv. Gianguido Guidotti accomunati nel grande rammarico di non avere pouto avere con Peccorini Maggi, un maggior numero di opportunità di  frequentazioni. Come di consuetudine la rivista si occupa a 360 gradi di tematiche legate alla piacentinità: dall’arte alla storia, dal ruolo del vescovo Scalabrini all’Atlas Major (gioiello editoriale conservato dalla Banca di Piacenza), dalle controversie giudiziarie di Melchiorre Gioia alla fiscalità, dal pero di San Damiano alle storie di emigrazione, dal dialetto piacentino, ai salumi di casa nostra e con rubriche che riprendono remote pubblicità, gli stemmi dei comuni e la segnalazione di libri editi piacentini nel corso dell’anno. Il tutto in poco più di 200 pagine compensive del coupon per l’abbonamneto annuale al prezzo speciale di 33 euro con recapito direttamente a casa.

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento