Libri piacentini

Libri piacentini

“La fede chiama i miracoli dal cielo”

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

Oggi segnaliamo

La fede chiama i miracoli dal cielo
Autore Giulia Altamore 
Edito da Eternity libri 
Formato cm 14 x 21 - brossura
Numero di pagine 356
Prezzo di copertina euro 14,90
ISBN: 978 8898 999 637

Attraverso questo libro il lettore, giovane o maturo che sia, può trovare un cammino di fede o rafforzare la sua religiosità.  Il libro non è un romanzo, non è un saggio, non è un racconto autobiografico; è una testimonianza di fede in Dio lontano dal dogmatismo e dallo scientismo, declinata per 356 pagine cariche di citazioni cristiane, richiami alla Genesi, al libro dell’Apocalisse, Salmi e versetti, a introdurre o commentare le sfide di ogni giorno.

Esortazioni a riflettere quali: “La nostra fede in Dio e nelle Sue promesse apre le porte del cielo e chiama i miracoli sulla terra. È tempo che i figli di Dio si alzino per credere, per lottare e per vincere, appropriandosi di tutte le benedizioni che Dio ha già preparato per chi confida in Lui”. L’autrice spiega l’importanza di avere una relazione d’intimità con Dio, come possiamo conoscerlo e onorarlo con la nostra vita per chi Lui è: un Padre meraviglioso che ha un piano stupendo per tutti coloro che desiderano diventare Suoi figli. Il tema principale, ovvero lo scopo del libro consiste nel cercare di portare l’uomo ad avere fede nell’intervento soprannaturale di Dio.
Il libro, attraverso l’esperienza personale dell’autrice che dichiara di avere incontrato Dio sperimentando in modo profondo la Sua potenza soprannaturale, espone vari principi per arrivare ad un livello maturo di fede. 


CONOSCIAMO L’AUTRICE 


Giulia Altamore è nata nel 1996 a Codogno (Lodi). Fin dai primi anni di vita ha avuto problemi di salute perché affetta da celiachia (intolleranza al glutine), sindrome allora non ben conosciuta che nessun medico riuscì a diagnosticare. I suoi piedi inoltre erano varicosupinati (storti e piatti) tanto che a 3 anni dovettero operarla. Nel periodo dell’infanzia, Giulia era molto devota a Dio e pregando vedeva piccoli miracoli nella sua vita. A 6 anni ebbe la gioia di un bel fratellino, ma cinque anni dopo provò il dolore della separazione dei suoi genitori. Durante la seconda media subì un secondo intervento chirurgico a tutti e due i piedi per poter riuscire a camminare meglio. Negli anni dell’adolescenza la sua fede in Dio si raffreddò, “Detestavo la mia vita e dentro di me c'era un grande vuoto. Una sera andai ad un incontro di giovani della chiesa e quella stessa sera il Signore per la prima volta parlò al mio cuore, mi disse che il giorno dopo lo avrei accettato come personale Salvatore della mia vita, ma subito dopo un'altra voce mise dubbi nella mia mente. Il pastore predicò su Giovanni 8:47, mi colpì molto il versetto “Chi è da Dio ascolta le parole di Dio”. Il giorno dopo pensai a quello che mi era accaduto la sera prima e decisi di accettare Gesù nel mio cuore”. 
Nel 2013 Giulia dovette fare un terzo intervento al piede sinistro, non la prese per niente bene, “ma da quel momento in poi Dio mi si rivelò personalmente e iniziò a lavorare radicalmente nella mia vita. L'intervento andò perfettamente bene grazie a Dio, e subito dopo la mia ripresa, il 19 luglio 2014 Dio esaudì il mio desiderio e mi battezzai al mare di Levanto, fu una meravigliosa esperienza...”.

- Giulia ci parli quando le è nata l’idea di “mettere nero su bianco” questa sua personale profonda esperienza.

All’età di 20 anni (tre anni fa), Dio mi ha parlato e mi ha detto di scrivere un libro. In questo lungo percorso ho ricevuto da Lui tanta rivelazione della Sua Parola e una guida particolare. Posso dire che è stata un’esperienza unica, mi sono sentita molto in connessione con Dio, ho sentito la Sua voce tangibilmente e questo mi ha dato forza, coraggio e sicurezza per portare a termine il Suo progetto. Ho impiegato circa 3 anni per scrivere il libro, Dio è riuscito a convincermi subito di mettermi all’opera perché all’inizio ero molto insicura di iniziare veramente a scrivere per Lui, è un vero impegno che richiede dedizione e tanto tempo, oltre alla preparazione e a tanta responsabilità nell’esporsi a un pubblico esterno. Appena ho finito di scrivere il mio libro, mi sono rivolta a una casa editrice cristiana evangelica.


- Giulia, giovane donna di 23 anni, come vede il suo futuro?

Sono pienamente fiduciosa che l’opera che Lui ha iniziato nella mia vita la porterà a compimento e per questo gliene sono eternamente grata, perché vivo giorno dopo giorno nella consapevolezza che la mia vita gli appartiene. 

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ricordo quanto appreso in seminario, molti molti anni orsono: "Dio non ha bisogno di miracoli", cioè alla vera Fede non occorrono i miracoli, ma solo al popolo dei credenti.

  • ho sempre pensato che, come diceva Voltaire, meno male che esiste la religione, perchè così almeno la mia argenteria può stare al sicuro. Ormai però i comandamenti fanno sempre meno presa, e perciò la mia argenteria è sempre più in pericolo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento