Libri piacentini

Libri piacentini

Minerali dal Mondo. La collezione mineralogica "Giovanni Dosi"

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Minerali dal Mondo. La collezione mineralogica "Giovanni Dosi"

a cura di Adamo Nicoletta e Licio Tezza - Testi di Adamo Nicoletta

In collaborazione con la Società Piacentina di Scienze Naturali

Fotografie: Paolo Bellardo
Editing: Enrico Franceschini
Coordinamento editoriale: Carlo Francou

Testi e immagini: Museo Civico di Storia Naturale, Piacenza

Pagine 196

Edizioni L.I.R. , 2016

Prezzo euro 15

giovanni dosi-2

Il libro è stato presentato qualche giorno fa al Museo di storia naturale, in via Scalabrini 107, proprio nella sala che ospita la collezione mineralogica frutto di anni di passione e di meticolosa ricerca di Giovanni Dosi. La collezione, donata dai familiari, costituisce una delle principali attrattive del percorso museale: poco più di mille vere e proprie sculture della natura, multiformi ed arricchita di elementi e minerali utilizzati come metalli o pietre preziose: sono campioni di oro nativo, argento nativo, corindone varietà rubino, topazio, berillio varietà smeraldo.Per la precisione la raccolta consta di 1.103 esemplari di minerali provenienti dai cinque continenti e da 56 diverse nazioni, con l'Italia ad essere rappresentata dal più alto numero di esemplari: circa 300da quasi tutte le regioni.

“Tutto cominciò durante le vacanze estive in Val di Fassa in Trentino – raccontano nelle prime pagine del libro i figliAgostino e Alberto- mentre noi, ancora bambini passavamo il tempo con gli amici tra una gita al torrente, una partita di calcio ed una di pallavolo, il papà cominciava a collezionare minerali. Armato di zaino e martello,s’incamminava verso le vicine montagne a "spaccare i sassi" (come diceva lui) e quando ritornava ci mostrava felice i "sassi" che aveva trovato. Dalle sue parole e dai suoi occhi si capiva che era affascinato da come la natura riuscisse a combinare in modo così incredibile linee, colori e superfici. E' da lì che cominciò tutto! Negli anni successivi il papà conobbe persone con cui scambiare minerali, trovò posti nuovi dove poterli scoprire e per poterli acquistare e la collezione crebbe.  Ma la crescita era rigorosamente ordinata: tutti i minerali venivano numerati, descritti e catalogati con estrema precisione in apposite schede ideate dal papà. Strinse un particolare rapporto con Licio Tezza, un inquilino del nostro palazzo, con cui condivise molti momenti, accomunati dalla stessa passione. 

GIOVANNI DOSI (1912- 2006). Entrato giovanissimo nella storica società di costruzioni "Rdb”,vi trascorse tutta la vita lavorativa terminando come responsabile dell'ufficio acquisti. Persona eclettica e collezionista per "vocazione", s’indirizzò prima alla filatelia e alla numismatica, poi alla mineralogia, cui ha dedicatopiù di trent'anni di appassionata ricerca dotando ogni pezzo di basamenti di legno,  creati da lui stesso, l’uno diverso dagli altri,  con  trafori, seghetti, pialle e morse.

I figli Agostino ed Alberto, hanno voluto che la collezione mineralogica corredata da una meticolosa catalogazione di ogni minerale e con i relativi supporti, fosse custodita nel luogo più appropriato accessibile ai giovani ed a tutti gli appassionati di Scienze Naturali che, ora con il libro, hanno  anche a disposizione un’esauriente guida pratica di mineralogia.

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento