Libri piacentini

Libri piacentini

"Non c'è niente di male" di Sara Lucchi

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Titolo “NON C’È NIENTE DI MALE”

Autore SARA LUCCHI

Pagine 146

Edito da 0111 edizioni

Prezzo di copertina 14,50 euro

Data presentazione sabato 31 ottobre 2015 alle ore 17:00

Luogo: Libreria Postumia di Piacenza, Via Emilia Pavese 105

Il libro segna il debutto nella narrativa, genere romance, di Sara Lucchi, trent'enne insegnante della scuola primaria. Risiede a Piacenza, anche se spesso si trova con una valigia in mano alla ricerca di una nuova città da visitare e soprattutto da degustare, perlustrandone ristoranti e cantine insieme al marito e alla figlia. "Scrivere di notte confida - quando la città sta dormendo, in compagnia di un buon bicchiere di vino e di qualche candela che scalda l'atmosfera, placa le mie nevrosi e mi accende l'anima: potrei mai smettere?". Ed infatti spera che questo libro sia il primo di una lunga serie. La presentazione del romanzo è fissata per sabato 31 ottobre alla Libreria Postumia di Piacenza, via Emilia Pavese 105. Interverranno l’autrice, la psicologa Gloria Montecorboli per una chiacchierata su donne, uomini e rapporti di coppia; l'attrice teatrale Chiara Bersani e Giovanna Sgorbani come moderatrice.

LA SINOSSI RACCONTATA DALL’AUTRICE

La vita di Chiara è in apparenza perfetta, benessere economico e famiglia sembrano costituirne le colonne portanti, ma la realtà è diversa: dentro di lei si scatena un turbine di frustranti pensieri che svela durante conversazioni virtuali intrattenute con Diego, il Convivete di un'amica conosciuto a una cena. Tutto ha inizio per gioco, per ingannare il tempo che cammina pigramente per chi, come Chiara, si trova sempre da solo anche nell'accudire il figlio di appena dieci mesi. Sullo sfondo di un'idilliaca collina milanese prima e della stessa afosa città dopo, si snoda la vicenda di una giovane donna distrutta dalle sofferenze del passato che hanno ferito profondamente la sua voglia di vivere. Il torpore in cui da anni si è adagiata, viene scosso da un messaggio anonimo, il primo indelicato approccio di Diego che tenta, quasi per sfida, di entrare in contatto con lei. Dopo quell'episodio, ha inizio uno scambio di e-mail inviate di nascosto, che trascinano entrambi in un'appassionante fantasia ... 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento