rotate-mobile
Libri piacentini

Opinioni

Libri piacentini

A cura di Renato Passerini

“Pontenure, un comune italiano” - Volume II anni 1970-1979

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

Oggi segnaliamo

“PONTENURE, UN COMUNE ITALIANO”- VOLUME II ANNI 1970-1979”

Autori: Giovanni Pacella – Federico Camia

Pagine 182

Casa editrice Lir

Prezzo euro 12

In copertina: inaugurazione secondo campo del Tennis Club Bellotta, estate 1974. da sinistra verso destra: Padre Francesco, Delfiero Gandolfi, Giovanni Loschi, Padre Luigi, Franco Gnecchi, Riccardo Guidi, Padre Leo, Flavio Prazzoli, Giuseppe Cattivelli, Adriano Paratici, Claudio Gnecchi, Paolo Baruzi, Luigi Cavanna, Luigi Colombi.

Dopo il primo volume della collana “Pontenure un comune italiano”, edito lo scorso anno dalla LIR, Giovanni Pacella e Federico Camia, lavorando ancora a  quattro mani, hanno dato alle stampe il volume secondo: 182 pagine di cronache locali, dall’Italia e dal mondo, accolte con grande favore dalla platea che nei giorni scorsi ha affollato Villa Raggio.

Un altro tuffo nel passato più recente con una ricerca dei fatti fra interviste a personaggi del paese e la consultazione di notizie e documenti riguardanti il periodo esplorato. Scrive Renzo Merli nella presentazione: dopo la recessione avuta a metà degli anni Sessanta, riparte il boom economico, crescono costruzioni e settore metalmeccanico. Il turismo, facendo entrare valuta pregiata, consente di portare in attivo la bilancia dei pagamenti con i vari Paesi fornitori di materie prime di cui necessita l'industria. Ma è anche il decennio degli "Anni di piombo", iniziato con la guerriglia urbana e sequestri di persone e finito con il rapimento e l'omicidio di Aldo Moro. Magistrati, giornalisti e quadri dirigenti finiscono nel mirino di chi voleva destabilizzare il Paese. Diventa di uso comune il termine "gambizzato”. Si creano sempre di più le fazioni politiche; non esistono vie di mezzo: o bianco o nero. Si viene identificati dall'abbigliamento, eskimo di sinistra e loden di destra.

La copiosa ricerca di cronaca di Federico – ha detto il dottor Luigi Colombi alla presentazione a Villa Raggio - colorata con maestria da Giovanni attraverso aneddoti, storielle e riflessioni, con piacevoli dissertazioni culinarie, racconta il notevole sviluppo economico del post Sessantotto, il cambiamento. Varie attività artigiane purtroppo svaniscono; almeno un centinaio di negozi alimentari, bar ristoranti, tessuti e mercerie ecc. sono scomparsi....           

Un’interessante novità è costituita dalla piantina allegata al volume, elaborata da Andrea Foppiani con la consulenza di Mario Rigolli e Giovanni Foppiani; elenca i negozi e le attività commerciali a Pontenure tra gli anni Sessante e Settanta. La piantina – ha aggiunto Colombi - suggerisce anche la diversità di vita di due vie importanti la Via Emilia (Via Ferrari) e via Gerra: la prima abbastanza frequentata da benestanti, la seconda economicamente meno abbiente ma più battagliera, tanto è vero che vari abitanti di via Gerra conoscevano il taroc; cos'era? Era la lingua dei muratori usata in particolare per non farsi capire dai padroni ...

Non si vive di ricordi, ma i ricordi aiutano a vivere. Questo è il contesto che fa da sfondo alla storia locale, ricostruita con cura ed attenzione. Giovanni ha ben individuato i personaggi che hanno vissuto il periodo storico e che sono stati testimoni attivi di un proliferare di attività, sia lavorative sia intellettuali, che hanno reso il Paese vivibile, a misura d'uomo e sufficientemente attraente; Federico ha evidenziato come le gestioni politiche che si sono succedute hanno saputo tenere il passo dei tempi che mutano rapidamente.

“Pontenure, un comune italiano” - Volume II anni 1970-1979

IlPiacenza è in caricamento