menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Quella vigna profuma di donna” e “Gli spiriti del vino”

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

“DOPPIO GIOCO”

“Quella vigna profuma di donna” e “Gli spiriti del vino”

Novit+á in Libreria Doppio Gioco Gli Spiriti del Vino-2 Novit+á in Libreria Doppio Gioco Quella Vigna profuma di Donna-2

Autori: Umberto Fava e Maurizio Rossi 

Pagine 45 + 55

Casa editrice Scritture, Piacenza

Anno di edizione 2015

Prezzo di copertina euro  10

Isbn : 978-88-89684-57-9

°°°

Due autori e due racconti a confronto sul vino e sull'arte di berlo con la complicità del pittore Gianfranco Asveri che illustra le due copertine e i racconti con otto disegni interni.  Il libro sarà presentato sabato,17 Ottobre, alle ore 17,30 presso l'Auditorium della Fondazione ( via S. Eufemìa). La presentazione del libro sarà preceduta dal Concerto per Tromba e Orchestra (rid. pianoforte) in Mi b Maggiore di J.Haydn. Alla tromba Alessandro Cremonesi, al pianoforte Sara Rossi. Successivamente interverranno assieme ai due autori del libro:Stefano Pareti, coordinatore dell'incontro, Claudio Vela, ordinario di Filologia italiana, Università di Pavia, Gianfranco Asveri, pittore, l’editore Eugenio Gazzola e  Chiara Azzali della Tenuta Pernice - Castelnovo V.T.

°°°

Si tratta di un libro bifronte che fa girare la testa al lettore con parole e metafore, invenzione di giochi di parole e assonanze fonetiche, che rimbalzano come se danzassero su un materasso elastico. Qua e la il senso compiuto sfugge ad una prima lettura, e così, come per un romanzo d’appendice, è necessario fermarsi, ritornare ad un paragrafo precedente, fissare la frase e gustarne il significato; riprendere poi la lettura spinti dalla curiosità del fantasioso linguaggio narrativo: fantastico e irrealistico quello di Fava, realistico e fantastico quello di Rossi. Entrambi gli autori tengono in palmo di mano Dioniso, la divinità benefica per gli uomini da cui dipendevano i doni che la natura stessa offriva in particolare la pianta della vite quindi alla vendemmia e al vino.

Correo al “Doppio gioco” letterario è Gianfranco Asveri con tavole disegni e segni di figure inneggianti all’uva, ai calici e alle bottiglie di vino, illustra il doppio gioco che non ha nulla di poliziesco ma tutto di vinoso, spiritoso (nel senso di spirito del vino).

“Se c'è del giallo, è quello paglierino dell'Ortrugo e del Trebbianino, coprotagonisti delle narrazioni giocate sul piacere della convivialità e sull'antica nobiltà del vino e la civiltà del bere.In cento pagine – uscite sotto l'etichetta delle piacentine Edizioni Scritture - il magico e il fantastico in materia di uve, di vini, di cantine e d'avventure”. Insomma, un libro che spumeggia di tante bollicine di fantasia, da leggere (e da gustare) da tutte e due le parti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento