rotate-mobile
Libri piacentini

Opinioni

Libri piacentini

A cura di Renato Passerini

Strà finalmente la verità

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Oggi segnaliamo

STRA’ finalmente la verità

Autore Pino De Rosa

Pagine 120

Anno 2016

Prezzo euro 9

Uno dei più gravi e tragici episodi degli anni della Seconda Guerra Mondiale che ebbe vittime i civili, fu l’eccidio a Strà di Nibbiano. Avvenuto il 30 luglio del 1944, privò della vita nove persone; tra loro donne, anziani e un bimbo di due anni.

A compiere la strage furono appartenenti alle forze armate tedesche. Sulla causa scatenante della strage sono stati pubblicati diversi studi, ma nessuno è riuscito a fornire elementi ineccepibili e persuasivi.

Pino De Rosa, casertano trapiantato a Piacenza, giornalista e autore di diversi libri tra i quali “Piacenza nella RSI”, mosso dal dovere di scavare ancora, propone in questo libro una ricostruzione di quell’eventoe ne individua il movente – prescindendo dal fatto se legittimo o meno – alla base dell’afferrato eccidio: fu l’uccisione  di un soldato germanico il fattore scatenante della furia tedesca.

Durante le indagini compiute dalla Questura di Piacenza dopo la fine della guerra – scrive De Rosa - non emergerà la vera dinamica dell'accaduto ed è del tutto comprensibile in considerazione del clima sociale che si viveva alla fine di una guerra civile che vide i vincitori dettare legge e imporre con ogni mezzo la loro verità. Il sacrificio delle 9 vittime, collegato al proditorio atto sanguinoso che lo aveva causato, avrebbe di certo offuscato l'immagine che il movimento partigiano voleva dare di sé. Di certo in quegli anni nessuno, salvo mettere a repentaglio la sua stessa vita, avrebbe mai potuto far emergere la verità dei fatti”.PinoDe Rosa in questa sua meritoria ricercaha indagatoe studiatonei particolari ogni traccia e ogni documento;ha esteso le sue ricerche alcopiosocarteggioconservato negli archivitedeschi, a registri comunali e cimiteriali, ha  ascoltato testimoni e associazioni  giungendo a scoprire l’identità e a individuare e fotografare la tomba del soldato tedesco ucciso.

Le pagine del libro forniscono risposte a domande che sorgono a chi senza pregiudizi si interessa  all’eccidio di Strà:  È mai possibile che la follia omicida tedesca non sia stata preceduta da qualche atto, da qualche azione violenta tale da far scatenare la ritorsione?  - È mai possibile che nessuno ne abbia mai parlato? Perché accadde a Strà?....

scansione0116-2

Scrive Claudio Tosca nella prefazione

“Pino De Rosa da anni è sempre stato un giovane storico amante della Verità (quella vera). Intelligente, colto, a volte un po' casinista, ma sempre tosto e determinato. Ero a conoscenza del lavoro che si accingeva a fare sulla strage dei cittadini inermi avvenuta a Strà di Nibbiano ma, essendomene occupato anche io anni fa, senza concludere nulla, ero convinto che anche questo sforzo sarebbe rimasto solo un mero tentativo di scoprire qualcosa che avvicinasse alla verità (....) questa pubblicazione è perciò, un fatto clamoroso che avvicina molto alla verità, anche se c'è ancora diversa strada da percorrere”. 

Si parla di

Strà finalmente la verità

IlPiacenza è in caricamento