Libri piacentini

Libri piacentini

“Val Tidone dall’alto”

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

Oggi segnaliamo

VAL TIDONE dall’alto

Autore Eleonora Barabaschi

Immagini inedite di BAMS Photo

Formato cm 24 x 32,5

Pagine: 192 a colori

Editore Tip.Le.Co.

Anno 2019

AN: 9788832174038

ISBN: 8832174030

Prezzodi copertina euro 50

Dopo i volumi dedicati alla città di Piacenza e alla valle dell'Arda – le cui presentazioni sono rintracciabili nell’archivio informatico della nostra rubrica – questo terzo tomo della Collana dedicata a Piacenza e alle sue valli, risale il corso dei torrenti Tidone e Luretta dal Po all’Appennino, per scoprire un territorio antichissimo di borghi e di espressioni dell’architettura castrense, civile e religiosa. Lo sguardo dall'alto della ripresa aerea colloca insediamenti e testimonianze come su una carta geografica; indugia su pinnacoli, torrioni e grotte naturali, incontra la neve sulle cime delle montagne.

Alle spettacolari fotografie aeree è abbinata una narrazione storico-artistica che consente un approfondito livello di lettura delle immagini. I testi delle pagine rispondono alle domande che l'occhio si pone, proseguendo oltre le soglie le immagini raccontano la millenaria storia della valle: dalla Presistoria all’Epoca romana e al Tardo impero per poi proseguire attraverso le dominazioni dei Visconti, delle potenti famiglie locali e dei Farnese fino al regno di Maria Luigia d’Austria.

Le immagini presentano in una visuale inedita tante emergenze archeologiche e paesaggistiche  tra cui il vicus di Pianello Val Tidone e la Piana di San Martino, i borghi di Castel San Giovanni e Borgonovo Val Tidone;  le soprendenti testimonianze dell'architettura castrense quali la Rocca d'Olgisio e i numerosi castelli della Val Luretta. Dalle colline ondulate ricoperte di vigneti all'Alta Val Tidone  il susseguirsi di paesaggi conduce dalla Diga del Molato al Monte Pietra di Corvo e al Monte Penice.

La sezione dedicata alla Val Luretta si apre con l’incontro tra i due torrenti e dispiega un racconto storico e fotografico fatto specialmente di castelli tra cui Lisignano, il monumentale complesso di Agazzano, Momeliano, Gazzola e Rezzanello. Il volo si conclude in territorio di Piozzano, offrendo alla vista le imponenti fortificazioni di Montecanino e Monteventano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Il Tidone in origine era il tratto superiore del Coppa, il Tidoncello lo era dello Scuropasso, affluenti del Po a Casteggio e Broni. I corsi attuali derivano da una doppia cattura fluviale, testimoniata dal tracciato della valle a monte della diga di Molato, ad opera del torrente che scorreva nella vallata a valle della Diga, e sorgeva sotto il paleo crinale.

    • Grazie per le precisazioni!

  • con i droni è diventato davvero piuttosto semplice ed economico ottenere delle eccellenti e interessanti riprese, che prima erano quasi impossibili da realizzare (ad esempio fino alla fine del 1800) oppure erano realizzabili con costi molto superiori

    • Buongiorno sig. Giorgio, la ringraziamo per il gentile e gradito apprezzamento, preciso soltanto che le immagini non sono state realizzate con drone ma interamente da uno studio fotografico (BAMS di Montichiari) con operatore su elicottero. Un saluto cordiale Tip.Le.Co. - Eleonora Barabaschi

      • buonasera gentilissima signora Eleonora Barabaschi, nel rinraziarla per la sua utile precisazione le scrivo per indicarle che nel mio precedente commento avevo ipotizzato che le riprese fossero state effettuate tramite droni semplicemente perché presumevo che aveste utilizzato la soluzione più economica. Adesso che ho saputo che invece le avete fatte con l’elicottero, le faccio anche i complimenti, perché penso che dal vostro investimento la qualità del vostro lavoro ne abbia risentito molto positivamente

        • Grazie molte ancora siamo davvero contenti che il libro le piaccia!! :)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento