"Luigi Einaudi all’Assemblea Costituente"

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

Doppio leggio per l’avvocato Corrado Sforza Fogliani: firma la prefazione del libro di Giuseppe De Lucia Lumeno che raccoglie gli scritti di Luigi Einaudi all’Assemblea Costituente ed è poi protagonista di un volume che propone la carrellata di “cinguettii” lunga sei anni da lui postata nell’omonima rubrica di Confedilizia.

Luigi Einaudi all’Assemblea Costituente

Autore Giuseppe De Luca Lumeno, con prefazione di Corrado Sforza Fogliani

Formato cm 15x 21                                                        

Pagine 172

Casa Editrice Edicred, Roma.

Prezzo euro 3 5

Idee, costumi e vita dell’Italia in 6 anni di titoli di giornali

Dll’1.7.2013 al 30.06.2019

Autore Corrado Sforza  Fogliani

Formato cm. 17 x24

Pagine 280

Edito da Confedilizia Roma

scansione0021-4Il primo libro edito in occasione del 70° della Costituzione, offre la lettura in versione originale dei documenti inviati da Luigi  Einaudi all’Assemblea Costituente e altri scritti e interventi richiamando il lascito culturale lasciato dallo statista che si contrappone allo sbandamento ideologico, istituzionale, politico, economico e soprattutto morale dei nostri tempi. Nell’articolata prefazione al volume, l’avv. Corrado Sforza Fogliani ricorda il settennato di Einaudi a Presidente della repubblica (1948-1955) e i suoi precedenti importanti incarichi di Governatore della Banca d’Italia (1945-48), di Ministro e quale membro dell’Assemblea costituente. “Quella che Einaudi descrive direttamente o che emerge dagli interventi all'Assemblea Costituente, che in questo libro sono stati raccolti, è una società con un preponderante, anche se non esclusivo, numero di uomini con una vita economica indipendente dallo Stato; con un numero di impiegati e pensionati pubblici che non raggiunga mai quel punto critico che produce inevitabilmente l’'asservimento al "tiranno". E' una società nella quale le disparità non devono essere stridenti e le punte altissime dei redditi e dei patrimoni devono essere eliminati, perché a nessuno va negata la possibilità di condurre, lavorando, una vita degna della civiltà moderna e di elevarsi nella scala sociale”.

Anche il secondo volume propone una “carrellata” non di documenti ma di “Fatti, considerazioni, slogan sulla nostra vita e sulla vita scansione0022-3pubblica”, sussurrati come cinguettii basati essenzialmente su titoli di giornali a cura di Corrado Sforza Fogliani; costituiscono una rubrica che viene pubblicata a gruppi di due/tre per volta alle 16,30 di ogni giorno sul sito www.confediliza.it a cura di Fabio Pagliari. Si tratta di post originali e creativi al punto giusto che spesso, grazie al potere della parola e alla fantasia della scelta dell’accostamento, stimolano i commenti dei lettori e innescano il passaparola. Scrive al proposito Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia “Una rassegna di fatti, curiosità e opinioni lontana dal "politicamente corretto". In questo modo (ma probabilmente in molti altri) potrebbe essere descritta la raccolta dei "cinguettii" elaborati nel corso di sei anni da Corrado Sforza Fogliani. A volte il testo consiste in un'osservazione su un fatto di attualità o su una questione di costume. Altre volte, a essere pubblicato è il semplice titolo di un giornale, o il sommario di un articolo. Nel secondo caso, però, apparentemente meno creativo, a fare la differenza sono due elementi, che in molti casi coesistono: l'originalità della notizia, o comunque del tema, e quella della fonte, che non è certo limitata (anzi... ) ai cosiddetti "giornaloni", vale a dire ai grandi quotidiani del pensiero dominante, ma contempla soprattutto quelli "fuori dal coro". Il risultato è un insieme di tweet che - letti tutti in una volta - mantengono intatta la loro attualità e consentono, anzi, di ripercorrere in poco tempo accadimenti di varia natura racchiusi in oltre un lustro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • A scuola ci dicevano che Einaudi e la sua dottrina erano una garanzia per il futuro nostro e dell'Italia. Di quel nostro futuro resta solo l'incertezza e..... la delusione.

  • se il loro proposito era davvero quello di realizzare “una società nella quale le disparità non devono essere stridenti e le punte altissime dei redditi e dei patrimoni devono essere eliminati, perché a nessuno va negata la possibilità di condurre, lavorando, una vita degna della civiltà moderna e di elevarsi nella scala sociale” allora si direbbe proprio che Luigi Einaudi e i partecipanti all’Assemblea Costituente (e/o i loro eredi) abbiano fallito miseramente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento