Novembre 1896, un collezionista svizzero asserisce di avere la Madonna del Raffaello

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C è ne dà l’opportunità, il libro Sei anni di vita piacentina (1894 -1899) giorno per giorno, a cura di Corrado Sforza Fogliani e di Antonietta De Micheli

1 -15 novembre 1896


1 - Da 'Libertà: Questa sera a Piacenza, nella sala del Filodrammatico, si ha un nuovo spettacolo: il cinematografo. Il primo spettacolo si ha alle ore 19.

2 - Da “Libertà”: Una corrispondenza da Berlino sul 'Corriere della sera' del 25-26 ottobre tratta della questione sorta tra il Woermann, direttore della galleria di Dresda, ed il sig. Badrutt di S. Moritz, il quale vuol provare al mondo intero che un suo quadro rappresentante la Madonna, dal bravo Flotelier di S. Moritz chiamata Assomption, sia l'originale di Raffaello; mentre quello della galleria di Dresda, la famosa Madonna già esistente nel nostro S. Sisto, da cui essa prese il nome, non ne sarebbe che la copia".

3 - Da “Libertà”: "Constatiamo con vero piacere che il nostro cimitero va sempre più arricchendosi di opere d'arte". Tra i recenti lavori collocati un monumento eretto nella cappella Rusca-Molinari, opera dello scultore Silvio Monti, raffigurante Carlo Rusca; la cappella della famiglia Grandi, opera eseguita su disegno di Camillo Labò; la cappella dei conti Zanardi-Landi.

4 - da “Libertà”: "La piena del Po, causa le insistenti piogge, presenta sintomi allarmanti. Non sono pochi i guasti che essa ha fatto, specialmente nella campagna in vicinanza del fiume, in causa della sua durata, che è da oltre un mese. Le cappelle del cimitero sono completamente allagate; la via di circonvallazione, che gira sotto alla strada ferrata, da Porta Fodesta a Porta Nuova è scomparsa sotto l'acqua. Ieri l'altro furono innalzati i grandi ripari che si adoperano in casi estremi. Oltre il Po, a S. Rocco, molte case sono inondate e la gente ha caricato ogni cosa sui barconi.

5 - da “Libertà”: bestiame introdotto e macellato nel mese di ottobre. Buoi e manzi 140. Vacche e tori 24. Manzetti 1. Vitelli 28, pecore e capre 32. Agnelli e capretti 104. Equini 2. Porci 293.

6 - da “Libertà”: Oggi sono iniziati i lavori per la nuova linea tranviaria Piacenza-Carpaneto.

7 - da “Libertà”: Ieri e ieri l'altro - domenica - ebbero luogo al Filodrammatico gli annunciati spettacoli serali del cinematografo, che hanno veramente incontrato il favore della cittadinanza. Il pubblico infatti la prima sera fu numerosissimo, e si fece un incasso di 180 lire circa: ieri non troppo, in causa forse del tempo cattivo. Apre il trattenimento, il cav. Olivero con alcuni giochi di prestigiazione: bello quello del ventaglio, del passaggio della crusca, dell'ovo, del fazzoletto ... L'aspettazione più grande era naturalmente - per il 'cinematografo', e certo non andò delusa. E' una splendida creazione.

8 - da “Libertà”: I danni che il Po arreca con questa sua piena sono gravi assai: si sono avute due piene maggiori è vero, le quali però ebbero una durata molto più breve. E' oramai da un mese che l'acqua si mantiene ad un'altezza media di metri 5,30 sulla guardia. Ieri l'idrometro segnava i sei metri e 92 cm. e l'acqua arrivava al grande riparo incanalata fra i due argini della riva destra. AI Po accorre tutti i giorni molta gente, che si ferma, meravigliata, sul ponte in ferro, ad ammirare tanta distesa d'acqua, che scorre impetuosamente.

9 - da “Libertà”: La Bottiglieria Roma è diventata il miglior ritrovo serale. Ieri sera ci fu un concorso grande più del solito. E questo va ferramenta-2attribuito nella maggior parte alla coppia canzonettistica Bartolettì-Boncompagni, che sa cantare tante cosette graziose, eppoi anche all'ambiente gaio, senza pretese, ove si passa qualche ora deliziosa.

10 - da “Libertà”: Siamo per due volte andati nello studio del giovane concittadino, scultore Fedele Toscani, per vederci una sua nuova opera modellata in creta dal vero e tradotta poi nel gesso. E' una statua di un giovinetto nell'atto che si esercita al gioco del mondo, tanto in voga presso il popolino nostro.

11 - da 'Il Progresso’: I ciclisti protestano contro la disposizione assurda che vieta il transito delle biciclette sul Pubblico passeggio, nei giorni festivi, durante i trattenimenti musicali delle bande musicali.

12 - da “Libertà”: Per il genetliaco del Principe di Napoli oggi, da tutti gli edifici pubblici e da molti privati, sventolano le bandiere. l militari vestono l'alta uniforme e parecchi hanno il petto fregiato della medaglia della campagna d'Africa. La sera, in piazza Cavalli, suona la musica del 21esimo Reggimento e alle caserme vi è la tradizionale illuminazione delle grandi occasioni.

13- da “Libertà”: La nota protesta firmata dal 'Comitato miragliano' contro la stampa clericale ha fatto chiedere al pubblico: ma da chi è composto questo Comitato? E la stampa indipendente, non asservita all'oratorio di S. Paolo, ha ripetuto, per conto suo, la domanda. Ma una volta ancora questa è rimasta senza risposta ... Perché oramai Piacenza assiste a questo strano spettacolo: si parla ogni giorno di miragliani e si magnifica specie sui giornali di fuori - pei quali è impossibile controllare le notizie - la loro potenza, ma quando si è per guardarli in faccia, siamo sempre alle solite: Bianchi, Massoni, Gorra e 'Progresso'; a cui per pleonasmo s'è ultimamente aggiunto anche il sig. Franchi, e nessun altro.

14 - da “Libertà”: I progressi della vinicoltura nel piacentino. Abbiamo altre volte accennato alle ripetute onorificenze toccate al comm. Peirano pei suoi ottimi vini da pasto di Albarola. Ed ora siamo lieti di annunciare che lo stesso Commendatore ha fatto colle sue squisite uve bianche uno champagne.

15- da “Libertà”: E' grande il favore con il quale è stata accolta generalmente, anche a Piacenza, la proposta della refezione scolastica. La questione si agita presentemente in molte altre città - in Italia e fuori - e forma oggetto di vive discussioni, segno è che da tutti è riconosciuta l'alta sua importanza".

- Alle 12 ha luogo al Filodrammatico l'assemblea generale degli azionisti della Banca Popolare, convocata in seguito alla scoperta dei furti a suo danno perpetrati dagli impiegati Luigi Acuti e rag. Vittorio Galli, ammanchi risalenti al 1889 e accertati in lire 287 mila. Presiede l'assemblea il prof. Raineri. Viene reso noto che, di fronte a tale passività, l'Amministrazione poté recuperare 96 mila lire circa, riducendo così l'ammanco a lire 190 mila. Il Consiglio d'Amministrazione rassegna le dimissioni. Dopo lunga discussione, l'assemblea invita il Consiglio medesimo a ritirare le sue dimissioni, gli rinnova la fiducia e delibera di nominare una commissione di 5 membri col compito di ricercare le responsabilità di quanto accaduto, di impedire il verificarsi di tali fatti e di presentare nella prossima adunanza dell'Assemblea le misure di bilancio atte a riparare in breve tempo le perdite subite dall’Istituto.

... confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il prof. Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? Forse che sì forse che no, com’ è scritto nella pietra d angolo d una bella casa di via Campagna.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento