Piacenza, foto d’autore

Opinioni

Piacenza, foto d’autore

A cura di Alessandro Bersani

Come la pandemia cambia le abitudini: via XX Settembre non è "scaldata" dai piacentini

Via XX Settembre, prima che scoppiasse la pandemia, era una via febbrile e calda, pure nella stagione invernale

La foto d’arte non deve limitarsi a riprendere cose o ambienti ma deve cercare di rendere le emozioni o le sensazioni che essi sono in grado di produrre. Questo scatto su via XX Settembre, a Piacenza, obbedisce a questo scopo. E’ stata ripresa in una mattina assiderante di gennaio. Via XX Settembre, prima che scoppiasse la pandemia, era una via febbrile e calda, pure nella stagione invernale. Era infatti scaldata dal suo ruolo di frequentatissima via di collegamento (da piazza Cavalli alla stazione ferroviaria) oltre che di esibizione (è infatti, per eccellenza, la via dei migliori negozi). Questa via infatti è la giugulare della città. In questa foto invece via XX Settembre è priva di passanti. Quei pochissimi sono sì giovani ma anche spenti, rassegnati, assopiti. Si muovono stancamente. Rasentano psicologicamente i muri. Hanno perso curiosità ed entusiasmo. Fra qualche anno questa foto esprimerà, ancor più di adesso, visto che ne siamo tutti immersi, il grande trauma umano e sociale dell’aggressione del Covid. Una pandemia che colpisce il corpo (e questo lo sappiamo tutti) ma che anche svuota gli animi, spegnendo le relazioni che sono preziose anche se, quando ce le avevano, non sapevamo che lo fossero.

e-mail: news@alessandrobersani.com

Si parla di

Come la pandemia cambia le abitudini: via XX Settembre non è "scaldata" dai piacentini

IlPiacenza è in caricamento