Piacenza, foto d’autore

Opinioni

Piacenza, foto d’autore

A cura di Alessandro Bersani

O tu che passi per questo cortile volgi lo sguardo...

La foto di questa settimana l’ho dedicata al lato B, direbbero i giovani d’oggi, del Palazzo Gotico. Non alla sua facciata ma al suo retro

La foto di questa settimana l’ho dedicata al lato B, direbbero i giovani d’oggi, del Palazzo Gotico. Non alla sua facciata ma al suo retro. Cioè al cortile che è diverso, molto diverso, ma ugualmente imponente.

Chi l’ha progettato non pensava certo ad un aspetto minore del grande palazzo ma a una sua alternativa che si aggiunge appartata ma non nascosta ed ugualmente orgogliosa della sua bellezza. Nella foto che ho fatto ho voluto trasformare (senza inventare nulla, per carità) il cortile del Gotico in una specie di binocolo attraverso il quale si intravede il fronteggiante Palazzo del Governatore, dissolto nella sua appena accennata essenza e nanificato della distanza, che non è tanta in termini di metri, ma è molta se viene vista con il cannocchiale rovesciato dei portici.

Il cortile del Palazzo Gotico, che si nutre del suo selciato costruito con grande accortezza, è in perfetto equilibrio con i muri dell’edificio medioevale. Con lui, in un attimo, si passa dallo spazio aperto a quello custodito amorevolmente dalle volte gotiche dell’edificio che sono possenti e, al tempo stesso, leggere. Non a caso il cortile del Gotico sembra illuminato dalla luce lasciata filtrare dai suoi portici. Una luce che unisce la piazza dei Cavalli con il cortile che è pudicamente nascosto ma che è anche essenziale. In una parola, bellissimo.

Questo cortile è attraversato ogni giorno, in un senso o nell’altro, dalla folla dei piacentini frettolosi ed apparentemente ignari che da piazza Borgo, lungo via Calzolai, si recano in centro o viceversa. Non lo degnano di uno sguardo ma tutti ne avvertono la presenza. Il cortile, da loro, non é visto, ma percepito ed introiettato.

e-mail: news@alessandrobersani.com

Si parla di

O tu che passi per questo cortile volgi lo sguardo...

IlPiacenza è in caricamento