Piacenza, foto d’autore

Opinioni

Piacenza, foto d’autore

A cura di Alessandro Bersani

Un leone da set fotografico

Questo leone scolpito che difende il portone del Duomo l’avevo sempre percepito come una bestia feroce...

Anch’io (anche se non dovrei, in quanto fotografo) sono distratto. Di Piacenza, specie il centro, che credevo di conoscere come le mie tasche, mi sfuggono ancora molte cose, specialmente i dettagli, i particolari. Ad esempio questo leone scolpito che difende il portone del Duomo l’avevo sempre percepito come una bestia feroce. Non a caso era stato messo di guardia alla cattedrale. Ma appena mi sono avvicinato per bloccare la sua immagine in un mio scatto, ho capito che questa statua presenta vari aspetti. Infatti se la si riprende come in questa foto, la sua composta ferocia risulta evidente. Non tanto dal muso (che in un leone è quella parte del corpo che incute più paura) ma dalle zampe anteriori e soprattutto dalle unghie poderosamente irrealistiche, pronte a scarnificarti in un amen. Se invece avessi ripreso questa statua feroce mettendomi davanti al suo muso, avrei ritratto un animale antropomorfo, alla Disney, per nulla aggressivo anzi ammiccante e ridanciano. Il leone antropomorfo del Duomo di Piacenza, con le sue molte facce, ha quindi anticipato di cinque secoli l’inventore hollywoodiano dei celebri cartoons.

e-mail: news@alessandrobersani.com

Leone Duomo-2

Si parla di

Un leone da set fotografico

IlPiacenza è in caricamento