Piacenza Nostra

Piacenza Nostra

I furti e le pene a Piacenza ai tempi della Gigiassa

Luisa Maria con il principe Roberto

Leggo del tunisino ladro e spacciatore pluricondannato, pluriespulso, che girava tranquillo per Piacenza  e che - fermato di nuovo  - ha finto di dar fuori da matto sfottendo pure le forze dell'ordine. Mi viene da fare un raffronto con le tipologie di furti e pene al tempo della duchessa Luisa Maria (la Gigiassa).

Dal tribunale di Piacenza del 1855:  

- furti notturni in abitazioni o dipendenze o botteghe, mediante scalamento, rotture esterne o chiavi false: 44 condanne  per un totale di 137 anni di lavori forzati e 48 anni di reclusione;

- furti su frutti pendenti o al suolo: 2 condanne per 3 anni di lavori forzati e 3 anni di reclusione;

- furti di bestiame grosso e minuto: 3 condanne per 18 anni di lavori forzati;

- furti professionali: 10 condanne per   42 anni di  lavori  forzati e  9 anni  di reclusione (1 mulattiere,  1 bigonciaio,  1 sacrestano,  1 sarto, 1 famiglio, 1 procaccia, 3 domestici,  1 muratore). 

Secondo  Benedetto Croce la storia è sempre storia contemporanea, quindi ciascuno raffronti i dati di cui sopra ai giorni nostri. Poi consideri ciò che vuole.

Piacenza Nostra

" Vita professionale al Comune di Piacenza, vita politica locale sotto traccia, ma abbastanza tribolata. Più tranquilla quella di giornalista pubblicista (""pubblicista"" come fu Einaudi, si parva licet componere magis) collaboratore dei quotidiani Libertà, Il Giorno, La Voce, La Cronaca, oltre che di varie testate periodiche. Ho pubblicato anche una diecina di monografie per i miei 22 affezionati lettori (due meno di Manzoni e uno meno di Guareschi) su temi disparati ma sempre tenendo un sentiero ben tracciato: di tutto ciò che riguarda appieno, o di striscio, Piacenza Nostra. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di W
    W

    Bei tempi...ora facciamo ridere i polli...anzi...fanno ridere i polli...e' ormai autorizzata l'anarchia...stranieri a casa loro a scontare le pene...riaprire le super carceri di pianosa ed Asinara...

  • I lavori forzati ci vorrebbero anche oggi!!

Torna su
IlPiacenza è in caricamento