rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Piacenza Nostra

Opinioni

Piacenza Nostra

A cura di Cesare Zilocchi

Le Poste piacentine tornano indietro?

Il caos del servizio postale non è una novità. Ecco cosa successe già 119 anni fa...

Proprio in questi giorni di fine febbraio 2016 il quotidiano "Libertà" pubblica titoli cubitali sul caos nel servizio postale causa la distribuzione della corrispondenza a giorni alterni. Protestano i cittadini e protestano i postini per l’ampliamento delle aree loro assegnate (a seguito di una riduzione degli sportelli). Che la regressione  quali-quantitativo del  servizio postale sia sintomatico di un impoverimento generale del territorio piacentino, si può dedurre proprio da un articolo apparso sullo stesso quotidiano ben 119 anni fa (pensate un po’) .

Si leggeva infatti il 20 ottobre 1897: “Da una statistica recente rileviamo che nella nostra Provincia, la quale ha una popolazione di 212.853 abitanti e una superficie di 2355 chilometri quadrati, vi sono 35 uffici  postali; 13 uffici che hanno i due servizi telegrafico-postale riuniti; nessun ufficio telegrafico speciale. Complessivamente 48 uffici. In rapporto  alla popolazione e alla superficie della Provincia sono 22 uffici postali e telegrafici per ogni 100 mila abitanti e 2,04 per ogni 100 chilometri quadrati. Poche Province stanno peggio della nostra, che si trova al di sotto della media generale di tutta Italia” (da "Il 1897 giorno per giorno", a cura di Antonietta e Corrado Sforza Fogliani). 

    

Le Poste piacentine tornano indietro?

IlPiacenza è in caricamento