Salute e medicina on line

Salute e medicina on line

Avviata la fase 1 della sperimentazione clinica del nuovo vaccino mRNA - 1273

L'Azienda Biotech  (di biotecnologie) americana "Moderna" ha annunciato di aver spedito  il primo lotto del vaccino  sperimentale mRNA - 1273 all'Istituto Nazionale delle Allergie  e Malattie infettive (Niaid Vaccine Research Center), una Agenzia del Dipartimento della Salute  degli Stati Uniti  per avviare la fase 1 della sperimentazione clinica su un piccolo numero di persone.

La molecola  mRNA trasferisce informazioni  genetiche nelle cellule, imitando un'infezione  naturale per stimolare una risposta immunitaria più  potente. Il vaccino codifica la proteina complessa Spike e la usa come bersaglio per i vaccini contro altri coronavirus, come la MERS e la SARS. Il Direttore della Niaid, Anthony Fauci ha dichiarato che i vaccini, come altri farmaci, richiedono un lungo processo di test per vedere se effettivamente proteggono  le persone dalle malattie  e se lo fanno in modo sicuro. I coronavirus sono un genere di virus a RNA (acido ribonucleico) dal diametro di circa 80-160 nm. che fanno parte della famiglia Coronaviridae, dotati di pericapside o envelope  (involucro) con un genoma a filamento singolo. Sono responsabili di patologie nei mammiferi e negli uccelli che comportano il verificarsi di diarrea nei bovini e nei suini e malattie respiratorie nei polli. Nell'uomo, possono provocare infezioni respiratorie di lieve entità, come il raffreddore comune, in adulti e bambini e il 20% dei casi di polmonite, a volte, potenzialmente letale. I coronavirus sono stati scoperti negli anni sessanta dalle cavità nasali dei pazienti con raffreddore comune. Questi furono successivamente chiamati "Human Coronavirus" e sono stati coinvolti in infezioni  più gravi del tratto respiratorio. Sono stati responsabili delle gravi epidemie di SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome, sindrome respiratoria acuta severa) nel novembre 2002, trasmessa all'uomo dagli zibetti (8.465 casi, 801 decessi, letalità 9,6%) e della MERS (Middle East Respiratory Syndrome Coronavirus, sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus) nel giugno 2012, in Arabia Saudita, trasmessa all'uomo dai dromedari (2.494 casi, 858 decessi, letalità 34,4%) e sono i responsabili degli attuali episodi di polmoniti avvenuti a Wuhan, in Cina nel 2019-2020

Il nome coronavirus deriva dal termine latino "corona" e si riferisce all'aspetto caratteristico dei virioni (le forme infettive del virus), visibile al microscopio elettronico, con la frangia che ricorda una corona reale o solare. Sono comuni anche nei cammelli e nei pipistrelli e in alcuni casi, possono evolvere, infettare l'uomo, per poi diffondersi nella popolazione. I sintomi che si riscontrano più di frequente sono febbre, adenoidite acuta, tosse e nella maggioranza dei casi sono indistinguibili dalle infezioni da rhinovirus. ed hanno una maggiore incidenza durante l'inverno e l'inizio della primavera. La trasmissione dei coronavirus tra umani avviene principalmente attraverso le goccioline respiratorie (droplet) emesse da un individuo infetto mediante tosse o starnuti che possono essere inalate da un soggetto sano che si trova nelle vicinanze. Sembra che il contagio possa diffondersi anche in occasione di un contatto ravvicinato con un paziente asintomatico. Non è chiaro, se sia possibile infettarsi anche dopo aver toccato superfici od oggetti, ove sia presente il virus e portando le mani verso la bocca, gli occhi e il naso. Per questo, sono indispensabili le misure di igiene ambientale e il lavaggio frequente delle mani con soluzioni alcoliche. Si conoscono 7 ceppi di coronavirus in grado di infettare gli uomini, e tra questi il Nuovo Coronavirus SARS-CoV-2, ceppo segnalato nel dicembre scorso a Wuhan in Cina identificato come B-Cov del gruppo 2B con una somiglianza genetica del 70% circa, rispetto alla SARS CoV. Il nuovo ceppo è stato nominato SARS-CoV-2 (COVID 19, Corona Virus Disease. ,

In un articolo pubblicato sulla rivista "The Lancet" il 30 gennaio, i ricercatori del Chinese Center for Disease Control and Prevention hanno analizzato il genoma a partire dai campioni prelevati in seguito al lavaggio broncoalveolare di nove pazienti e riportano che si tratta di un nuovo betacoronavirus del sottogenere sarbecovirus. Il patogeno, fa parte della stessa famiglia degli altri due virus noti, responsabili di forme atipiche di polmonite nell'uomo: SARS - CoV e MERS- CoV. I ricercatori hanno osservato che il 2019 - n CoV è geneticamente più vicino ad altri due patogeni (bat-SL- CoVZC45 e bat-SL- CoVZXC21) che infettano i pipistrelli e sono stati identificati nel 2018 nella Cina Orientale. I pipistrelli, potrebbero, quindi essere gli ospiti originali del nuovo coronavirus, ma, secondo gli stessi ricercatori, un altro animale, probabilmente presente al mercato ittico di Wuhan, dove venivano venduti, non solo pesci, ma anche altri animali, come uccelli e conigli, ha agito da ospite intermediario tra pipistrelli e umani. Il periodo di incubazione in cui il virus non provoca alcun sintomo va da 3 a 14 giorni. Sebbene non sia chiara la modalità di trasmissione del virus è stato confermato che è in grado di diffondersi da uomo a uomo. Ad oggi, febbraio 2020, non esistono vaccini o farmaci antivirali specifici per la prevenzione o il trattamento, ma diverse Organizzazioni e Istituzioni scientifiche  hanno iniziato  alcuni studi.

tabella VIRUS RESPIRATORI-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salute e medicina on line

Spazio di divulgazione medico-scientifica intesa ad approfondire temi generali che riguardano la salute e gli eventi collegati. Si tratta di articoli di natura medica, affrontati però con un taglio divulgativo accessibile ai non esperti, che non possono in alcun modo sostituirsi a valutazioni o a diagnosi mediche.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento