rotate-mobile
Salute e medicina on line

Opinioni

Salute e medicina on line

A cura di dottoressa Rosanna Cesena

Covid-19, Piacenza entra a far parte della sperimentazione del vaccino italiano

Aifa ha autorizzato la sperimentazione clinica del vaccino prodotto dalla azienda biotecnologica italiana "Reithera"

L'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha dato il via libera alla sperimentazione in Italia sul vaccino anti- Covid prodotto dall'Azienda biotecnologica "ReiThera". Lo studio, che prevede l'arruolamento di 90 volontari sani e sarà condotto all'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive "Lazzaro Spallanzani" di Roma e al Centro Ricerche Cliniche di Verona, è già stato valutato positivamente dall'Istituto Superiore di Sanità ed ha ottenuto il parere favorevole del Comitato Etico dello stesso Spallanzani. Il progetto di sviluppo del vaccino è sostenuto dal Ministero della Ricerca con il CNR e dalla Regione Lazio.

Anche Piacenza entra a far parte della sperimentazione del vaccino italiano, insieme a Roma, Verona e Cremona. Per quanto riguarda la nostra provincia sono in via di definizione i dettagli operativi da parte dellAzienda Usl. Si tratta di uno studio di fase I che ha l'obiettivo di accertare la sicurezza* e l'immunogenicità* del vaccino "GRAd-CoV2" basato su un vettore adenovirale e rivolto contro il Coronavirus 2, responsabile della sindrome respiratoria acuta severa (Sars- CoV-1).

Il vaccino "GRAd-CoV2" ha già superato i test pre-clinici effettuati sia in vitro che su modelli animali che hanno evidenziato la forte risposta immunitaria indotta e un buon profilo di sicurezza. All'Istituto Spallanzani è già iniziato il reclutamento delle persone che si sottopongono alla sperimentazione: 90 volontari sani sono arruolati in due coorti sequenziali (coorte di adulti e coorte di anziani). La coorte degli adulti arruola 45 soggetti sani, di età compresa tra 18 e 55 anni, mentre la coorte degli anziani arruola 45 soggetti sani, di età compresa tra 65 e 75 anni.

Entrambe le coorti sono definite per avere tre bracci di trattamento a tre dosi crescenti (sotto stretto controllo medico), composti da 15 partecipanti, ciascuno per un totale di 6 gruppi. L'arruolamento inizia dalla coorte 1 e procederà in maniera sequenziale, previa verifica dei dati di sicurezza ai differenti step.

*Immunogenicità: efficacia del vaccino. La capacità di stimolare nell'uomo una risposta anticorpale specifica e sufficiente contro le componenti del vaccino.

*Sicurezza o reattogenicità: il tipo e la frequenza con cui si manifestano eventuali reazioni avverse.

Covid-19, Piacenza entra a far parte della sperimentazione del vaccino italiano

IlPiacenza è in caricamento