Salute e medicina on line

Salute e medicina on line

Mentre il mondo attende un vaccino "universale", la Cina ha autorizzato il test del vaccino sperimentale sui militari

Più di duecento politici, scienziati, personaggi dello spettacolo e dello sport, hanno diffuso un appello per il vaccino popolare (sia di tutti, senza esclusione), sostenuto dal Papa, dalla Chiesa cattolica e da altre religioni. Il messaggio è rivolto alle Case farmaceutiche e agli Enti di ricerca che stanno operando per la realizzazione del vaccino contro il Coronavirus Sars - CoV - 2 perchè assumano tutte le iniziative e gli accorgimenti possibili, al fine di evitare discriminazioni tra i vari destinatari e che lo sforzo dei ricercatori nel mondo, sia finalizzato alla salute di tutti gli abitanti del Pianeta. Sono 149 i possibili vaccini allo studio nei vari Paesi del mondo, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS); di questi, 17 sono giunti alla fase di sperimentazione sugli esseri umani.

La ricerca della Università di Oxford, insieme all'Azienda italiana IRBM di Pomezia e in collaborazione con  l'Azienda britannica Astra Zeneca ha già iniziato i test su 15.000 persone, tra: Regno Unito, Brasile e Sudafrica. Anche negli USA, l’ Azienda farmaceutica "Moderna" ha prodotto un vaccino che inizierà a luglio la fase tre della sperimentazione su 30.000 persone. Lo scienziato Anthony Fauci, massimo esperto  di pandemia negli USA  e Direttore del NIAID (National  Institute  of Allergy and  Infectious  Disease) che ha sponsorizzato la ricerca   è cautamente fiducioso sulla realizzazione del vaccino entro l'inizio del 2021. Nel frattempo, il professor Fauci ha invitato i giovani  alla responsabilità  individuale, sottolineando che "viviamo in una società interconnessa. Se sei contagiato, contagerai qualcun altro e alla fine  potrai contagiare una persona vulnerabile, che potrebbe essere anche un tuo familiare".

Intanto, la Cina ha autorizzato il test di massa del vaccino sperimentale anti-Covid, su personale militare. Il prototipo, realizzato dall'Azienda CanSino biologics e dall'Accademia delle scienze militari, ha dato risultati promettenti su alcune centinaia di persone, anche se manca la riprova clinica della sua efficacia e quindi necessita di ulteriori esami. Il vaccino, tra i più avanzati, denominato Ad5-nCoV, utilizza un altro virus per introdurre nelle cellule umane l'informazione genetica del coronavirus e generare una risposta immunitaria, senza rischi.

Lo studio cinese arriva proprio mentre il Paese sembra precipitato di nuovo nella pandemia, dopo un lungo periodo di tregua. Nelle ultime due settimane, infatti sono stati scoperti 318 nuovi contagi a Pechino. Blindata la contea di Anxin a circa 150 chilometri da Pechino, nella provincia dell' Hebei, dove sono stati trovati 14 contagi, in meno di 24 ore. Tutti sono collegati al mercato Xinfadi, nel distretto di Fengtai, nel sud di Pechino, dove si vendono frutta e verdura, ma anche carne e frutti di mare.

Almeno mezzo milione di persone sono state messe in isolamento e solo uno per famiglia potrà uscire una volta al giorno per comprare medicine ed alimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salute e medicina on line

Spazio di divulgazione medico-scientifica intesa ad approfondire temi generali che riguardano la salute e gli eventi collegati. Si tratta di articoli di natura medica, affrontati però con un taglio divulgativo accessibile ai non esperti, che non possono in alcun modo sostituirsi a valutazioni o a diagnosi mediche.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ho la sensazione che i duecento politici, scienziati, personaggi dello spettacolo e dello sport, che hanno diffuso un appello per il vaccino popolare appartengano a paesi poveri o a paesi in difficoltà (questa mia sensazione si riferisce esclusivamente alla componente dei politici di questi duecento personaggi), perché, ad esempio, Trump e i politici europei mi sembrano tutti orientati a procurarsi la maggior quantità possibile di vaccini soprattutto e solo per le popolazioni dei loro Paesi

  • Se sono rose fioriranno, mi preoccupa solo l'elenco dei sostenitori del progetto riportati nel primo capoverso. In ogni caso il vaccino non sarà gratis et amore Dei.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento