Salute e medicina on line

Salute e medicina on line

Nuova infezione da Coronavirus (2019 ncov)

In Italia una task-force del Ministero della Salute, in contatto con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l'European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) per prevenire l'epidemia

Gli occhi dell'opinione pubblica e quelli delle autorità sanitarie mondiali sono puntati sul focolaio di polmonite virale causato da un nuovo virus originario della Cina. Tutti i governi stanno aumentando la sorveglianza sui passeggeri delle compagnie aeree dalla Cina centrale e approntano misure per controllare l'epidemia.

Al momento, in Cina, sarebbero confermati 616 casi di persone contagiate e 25 decessi, ma secondo alcuni esperti i numeri sarebbero sottostimati.

Il Ministero della Salute italiana ha istituito una task- force per il monitoraggio del nuovo coronavirus, con il compito di coordinare le iniziative da mettere in campo per la prevenzione. Le strutture sanitarie competenti sono state allertate a fronteggiare le situazioni, in strettissimo contatto con l'Organizzazione Mondiale della Sanità e il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo della malattia. Ne fanno parte la Direzione Generale per la prevenzione, i Carabinieri del Nas, l'Istituto Superiore di Sanità, altre Direzioni e istituti competenti. E' attivo, inoltre, uno specifico canale sanitario per tutti i viaggiatori provenienti dalla Cina e i controlli negli aeroporti procedono regolarmente, ha sottolineato il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Il 31 dicembre 2019 è la prima segnalazione all'OMS dalla Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan (Cina) di un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota. La maggior parte dei casi aveva un legame epidemiologico con il mercato di Huanan Seafood, nel Sud della Cina, di frutti di mare ed animali vivi. Le Autorità cinesi hanno riferito che è stato identificato un nuovo coronavirus (2019 n CoV) come causa ed è stata resa pubblica la sequenza genomica. L'OMS e le Autorità cinesi hanno confermato che è dimostrata la trasmissione da persona a persona e si sono verificati casi anche tra il personale sanitario.

Come previsto dal Regolamento Sanitario Internazionale, presso l'Aeroporto di Fiumicino, che ha tre voli diretti da Wuhan e numerosi indiretti, è in vigore una procedura sanitaria per verificare la presenza di casi sospetti sintomatici e procedere al loro isolamento all'Istituto Nazionale Malattie Infettive "L. Spallanzani" di Roma. I passeggeri in arrivo da zone segnalate sono sottoposti in aeroporto al controllo della temperatura corporea, tramite scanner. Il periodo di incubazione della malattia sarebbe di 14 giorni.

I CORONAVIRUS (CoV) E LE MODALITA' DI TRASMISSIONE

Secondo gli esperti, il rischio per l'Europa e l'Italia sarebbe moderato. Una prima trasmissione del virus è avvenuta dai pipistrelli ai serpenti. Ad indicare il passaggio da questi all'uomo   una analisi genetica condotta su campioni provenienti da diverse specie ospiti e da alcune   località della Cina, pubblicata sul Journal of Medical Virology  da: Wei Ji, Wei Wang, Xiaofang  Zhao,  Junjie Zai e Xingguang Li della Università di Pechino  e Guangxi.

Secondo i ricercatori, la responsabilità sarebbe dei mercati di animali vivi, molto comuni in Cina, dove, accanto a quelli allevati nelle fattorie e ai pesci, si vendono animali selvatici, come serpenti e pipistrelli.  Il serpente è il più probabile animale selvatico serbatoio del virus (2019 nCoV) e da questi passato agli esseri umani adattandosi al nuovo ospite e acquisendo la capacità di trasmettersi da uomo a uomo. Ricombinandosi geneticamente nei serpenti, quindi, il nuovo virus ha fatto il cosiddetto "salto di specie" ed ha acquisito nuovi recettori che gli permettono di legarsi alle cellule del sistema respiratorio umano.

La diagnosi molecolare del nuovo virus può essere effettuata dai laboratori dei principali ospedali e/o individuati dalle Regioni su campioni clinici respiratori, secondo protocolli specifici di Real Time PCR per 2019 nCoV e la conferma diagnostica all'Istituto Superiore di Sanità.

RACCOMANDAZIONI STANDARD DI PREVENZIONE

Lavaggio regolare delle mani con soluzioni alcoliche o acqua e sapone;

Alcool etilico 70% per gli strumenti sanitari;

Copertura della bocca e del naso quando si tossisce, se necessario, utilizzare le mascherine;

Cuocere accuratamente carni e uova;

Evitare il contatto ravvicinato di persone  con sintomi respiratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salute e medicina on line

Spazio di divulgazione medico-scientifica intesa ad approfondire temi generali che riguardano la salute e gli eventi collegati. Si tratta di articoli di natura medica, affrontati però con un taglio divulgativo accessibile ai non esperti, che non possono in alcun modo sostituirsi a valutazioni o a diagnosi mediche.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • dopo essere stati infestati per tanti anni dalle squallide vicende di tal Fabrizio Corona, adesso si toccherà sorbirci gli interessati e martellanti allarmi mediatici sul coronavirus, che vengono continuamente fatti amplificare dalle potenti lobbies farmaceutiche, le quali si stanno già pregustando imminenti profitti multimiliardari

  • Corona Virus, anche l'Italia ha avuto questa epidemia, anche se solo mediatica.

  • Mi ricorda tanto l'epidemia "Asiatica" di anni orsono, e altre simili, l'ansia da vaccinazione, la corsa ai rimedi medici e popolari. Ricordo che ogni inverno ha avuto la sua epidemia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento