Salute e medicina on line

Opinioni

Salute e medicina on line

A cura di dottoressa Rosanna Cesena

Speranze di guarigione dalle immunoglobuline iperimmuni anti Covid-19

Una speranza di guarigione dalla Covid-19, può arrivare dalle Immunoglobuline iperimmuni. La CoVIg -19 Plasma Alliance ha confermato che sono stati arruolati i primi pazienti per lo studio “clinico di fase 3” del trattamento con Immunoglobuline anti-Coronavirus (ITAC) in ambito ospedaliero. La CoVIg -19 Plasma Alliance è una partnership delle principali Aziende mondiali di plasma che ne gestiscono la raccolta, lo sviluppo, la produzione e la distribuzione.

La ricerca, sostenuta dal National Institutes of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) parte del National Institutes of Health (NIH), valuterà la sicurezza e l'efficacia di un farmaco sperimentale con Immunglobuline iperimmuni anti-Coronavirus (H-Ig). Il trattamento per via endovenosa sarà destinato a pazienti ospedalizzati con Covid-19, a rischio di gravi complicanze.

Si tratta di uno studio multicentrico globale, in doppio cieco, controllato con placebo e randomizzato. Saranno arruolati 500 soggetti adulti di 58 strutture negli Stati Uniti, in Messico e in altri 16 Paesi di cinque continenti. La selezione riguarda pazienti che sono stati ricoverati in ospedale a causa della Covid con sintomi della durata di circa 12 giorni e senza disfunzione d'organo pericolosa per la vita o insufficienza d'organo. I pazienti riceveranno Remdesivir, farmaco antivirale utilizzato nei casi di polmonite da Covid -19, come trattamento standard.

Il plasma ematico può essere trasformato in un’ampia varietà di trattamenti salvavita utilizzati per curare malattie gravi e rare. C'è differenza tra trasfusione di plasma ed una terapia derivata dal plasma. Nel primo caso, il plasma viene raccolto da pazienti guariti e trasfuso direttamente a persone che hanno gravi complicazioni da Covid-19, nella globulina iperimmune, il plasma che è stato raccolto da pazienti guariti è ulteriormente trasformato in un medicinale chiamato globulina iperimmune, un potenziale trattamento per le persone a rischio di gravi complicanze da Covid-19.

Il plasma dei soggetti guariti si sta dimostrando efficace nel trattamento di pazienti Covid perché contiene anticorpi specifici contro il virus. Tecnicamente, vengono isolati questi anticorpi ed in particolare quelli neutralizzanti il virus, sviluppando un concentrato di Immunoglobuline iperimmuni (anticorpi anti-Sars-CoV-2)* da utilizzare per la immunizzazione passiva del paziente, fornendo un nuovo strumento terapeutico per i casi più critici ed un eventuale presidio preventivo per i soggetti esposti e a rischio di infezione.

* anticorpi anti-Sars specifici per le proteine dell'involucro del virus della Covid-19, in grado di neutralizzarlo. Sars-CoV-2 è un virus con genoma ad RNA (acido ribonucleico), a singolo filamento,  composto da 4 proteine strutturali: proteina nucleocapsidica (NP),  che contiene l'RNA virale, proteina Spike (SP),che determina la specificità del virus per le cellule epiteliali  del tratto respiratorio, proteina dell'involucro (EP) e proteina della membrana (MP) che insieme creano l'involucro virale.

Si parla di

Speranze di guarigione dalle immunoglobuline iperimmuni anti Covid-19

IlPiacenza è in caricamento