Esse come sicurezza

Opinioni

Esse come sicurezza

A cura di Siap (Sindacato italiano appartenenti polizia) di Piacenza

«Il collega Enrico Milanesi è stato finalmente assolto. Invece lo Stato ha fallito»

Un uomo in divisa è finito in galera ingiustamente, e spero che sia dato lo stesso risalto di quando è finito in manette. A mio parere privare della libertà personale un essere umano e poi giudicarlo innocente è più eclatante di un arresto, in quanto il dramma è immenso. Sia chiaro, per me il dramma è di uguale dimensione per ogni cittadino, che questo indossi o no la divisa, e ho sempre pensato che siano meglio dieci persone colpevoli fuori dalla galera che un innocente in carcere. Sono uno che ha difeso le ingiustizie di semplici cittadini anche quando l'ingiustizia proveniva da una divisa, da un collega.

Fatta questa doverosa premessa, va ricordato che noi del Siap abbiamo avuto  il coraggio di non lasciare nessun collega da solo, andando anche contro tutti mentre il mio unico iscritto, tra i sei arrestati, Enrico Milnanesi, veniva portato in galera. Ci siamo prodigati a fornire indicazioni per lo studio legale del Siap alla famiglia - Fornaroli Gatti che hanno fatto un eccellente lavoro  -  e a incontrare i suoi cari, perché anche questa è democrazia e umanità. Abbiamo difeso il diritto di ogni cittadino sul fatto che si è innocenti sino a sentenza definitiva subendo critiche che oggi si rilevano ingiuste.

Ma sia chiaro, per quel che un sindacato deve fare, non ho abbandonato il mio unico iscritto tra tutti i sei arrestati - Milanesi Enrico - come non abbandonerò nessun altro in quanto il lavoro di un sindacalista, come quello di un avvocato - in modo diverso -  è  fornire assistenza e vicinanza umana a tutti e pensare sempre che sino a sentenza definitiva non sono colpevoli.

Oggi ho convinzioni ancor più forti sul fatto che le pene sino ad oggi inflitte, subiranno un ridimensionamento notevole e che altri condannati saranno giudicati innocenti. In sostanza chi ha sbagliato paghi e paghi nel giusto, questo sia chiaro, ma a mio parere c’è anche chi non ha sbagliato e credo che verrà fuori come oggi è accaduto con Enrico. 

Oggi Enrico Milanesi è stato assolto a formula piena, oggi ha avuto la sua giusta rivincita sociale e umana, ma mi chiedo: chi gli restituirà tutto quello che ha perso, tutto quello che ha subito, tutto quello che neanche un milione di euro possono risanare. Ora spero sia ridata la dignità, ora spero che questa notizia abbia il giusto risalto in quanto per me in questi casi lo Stato ha fallito.  Ma in tutto questo c’è ancora un colpevole non di carattere penale che manca all’appello: si chiama “sistema e gestione lavorativa”  che a mio parere ha prodotto danni e fallimento totale quando le cose potevano e dovevano cambiare e anche in questo lo Stato ha fallito. 

Si parla di

«Il collega Enrico Milanesi è stato finalmente assolto. Invece lo Stato ha fallito»

IlPiacenza è in caricamento