Esse come sicurezza

Esse come sicurezza

Una sola volante in servizio questa notte: sicurezza al ribasso

Sono cosciente delle scarne risorse umane e della scarsità dei mezzi che questi eccezionali poliziotti hanno a disposizione grazie alle pessime scelte politiche degli ultimi 12 anni

In tanti mi chiedono cosa succederebbe se quanto accaduto a Parigi dovesse verificarsi in Italia. Sinceramente ammetto che non so esattamente cosa rispondere in quanto da una parte, confortandomi, so qual è la abnegazione e la capacità delle donne e degli uomini della Polizia di Stato e quanti di questi sono pronti al sacrificio. Ma dall’altra, con sconforto, per quel che so e che vivo quotidianamente come sindacalista nell’affrontare le problematiche lavorative, sono cosciente delle scarne risorse umane e della scarsità dei mezzi che questi eccezionali poliziotti hanno a disposizione grazie alle pessime scelte politiche degli ultimi 12 anni.

Le false promesse elettorali, le false attenzioni e i finti provvedimenti posti in essere da taluni dirigenti e politici di turno, senza risparmiare sindacalisti adulatori e opportunisti (gli stessi che poi matematicamente sono costretti a smentirsi da soli), ci hanno portati ad essere, a mio modesto parere, più l’armata brancaleone che tutto ciò che dovremmo essere.

Smentiscano pure, facciano come gli pare, ma le lagnanze del Siap, come noto a tutti, si sono sempre avverati tanto che, nonostante i proclami, questa notte a Piacenza ci sarà una sola volante, nonostante i sindacati abbiano sottoscritto nell’accordo decentrato, tra tutti il Siap, di fare di tutto affinché ad ogni turno escano almeno due volanti.  Ma le esigenze di servizio, nella nostra bene amata polizia, a volte sono quelle inutili e non quelle utili a chiudere presidi di polizia come quello all’ospedale o gli uffici della Polizia Postale e declassare Questure. 

Alla faccia dell’all’arme terrorismo, qua si campa alla giornata con le dita incrociate. Del resto, come avevamo preventivato, a dispetto di chi diceva il contrario con atteggiamenti adulatori, mentre oggi deve ammettere con strategia che riteniamo vergognose, anche nell’ultimo corso allievi agenti, dove è stata interessata la scuola di polizia di Piacenza, come avevamo preventivato nessun agente di nuova nomina verrà assegnato a Piacenza nonostante a breve altri colleghi andranno in pensione.

Ci spiace avere ancora una volta ragione, ma quali sindacalisti impegnati seriamente, e non tanto per, purtroppo, riusciamo ad anticipare le pessime scelte governative e dipartimentali su una città che dovrebbe essere al centro dell’attenzione di questo governo in base alla sua collocazione e a ciò che rappresenta. Ma il nuovo governo Renziano pare non stia attento a ciò che Piacenza rappresenta quale punto strategico del nord attraverso i crocevia autostradali, statali, provinciali e ferroviari. Certo è che i rappresentanti governativi, vicini a questo governo, dovranno darsi da fare per smentire quanto da noi evidenziato, e spero davvero lo possano fare con i fatti. 

Esse come sicurezza

La sicurezza, i problemi e le questioni legate al ruolo che oggi la Polizia di Stato riveste nel nostro territorio e in tutto il Paese, commentate e approfondite dal Siap di Piacenza. Interviene direttamente Sandro Chiaravalloti, segretario provinciale e regionale, e membro del direttivo nazionale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento