Lunedì, 18 Ottobre 2021

Civici sì, ma fino al voto

A neanche due mesi di distanza dalle Elezioni Amministrative che hanno confermato o rinnovato la guida di una trentina di comuni piacentini, il reale “civismo” di alcuni sindaci viene disvelato. È bastato il primo incontro tra gli amministratori, durante la Conferenza socio sanitaria, riunitasi in Provincia nei giorni scorsi. Seduta mai iniziata, a causa delle polemiche tra centrodestra e centrosinistra sull’elezione dei vertici della Conferenza.

Scena particolare quella che i cronisti hanno potuto vedere in Provincia. In una sala dell’ente si sono riuniti tutti i sindaci del centrosinistra. Nella sala Garibaldi, invece, il presidente della Provincia e sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri indottrinava i colleghi amministratori del centrodestra. Una ventina di qui e una ventina di là, con la maggioranza che però è in mano al centrodestra che può vantare di guidare i Federico Beccia-3comuni più popolosi del territorio.

Molti di questi però, in campagna elettorale, hanno preso le distanze dai partiti e delle aree di riferimento. Alcuni, con tessera Pd o Forza Italia in tasca, hanno fatto di tutto per smarcarsi. Fino al momento dell’elezione, perché poi si torna a ragionare, ovviamente, con i vecchi schemi. C’è da vergognarsi di appartenere a un’area politica di riferimento? Diversi sono stati quei candidati sindaci, poi divenuti “primi cittadini”, che telefonavano e mandavano mail alle redazioni dei giornali per giurare di non riconoscersi in alcun schieramento politico, e di avere nelle proprie liste candidati consiglieri di varia origine.

Dopo due mesi, alla prima occasione utile, il velo è caduto. Allo spettacolo andato in scena in Provincia, con centrodestra e centrosinistra a litigare sui vertici della Conferenza, sono state contate solo tre eccezioni: Romeo Gandolfi di Fiorenzuola (però la Lega spesso lo “conta” tra i suoi e lui in determinate circostanze si professa leghista, in altre no), Marco Bricconi di Cadeo e Federico Beccia. «Avete visto – commenta col sorriso quest’ultimo - quanto sono “civici” i miei colleghi?». In effetti…

Si parla di
Sullo stesso argomento

Civici sì, ma fino al voto

IlPiacenza è in caricamento