rotate-mobile

Frazioni, la versione di Rabuffi: «Il tema della mobilità non si può più rimandare»

Il consigliere della sinistra interviene sulla necessità di collegamenti tra frazioni e città: «La prossima campagna elettorale dovrà mettere la centro la qualità della vita»

Il “tour” nelle frazioni del quotidiano “IlPiacenza.it” genera dibattito nella politica cittadina. Il primo ad intervenire è Luigi Rabuffi, rappresentante della sinistra di “Piacenza in Comune”.

È vero. La prossima campagna elettorale dovrà mettere al centro la qualità della vita. Il traffico pesante e automobilistico, agevolato dai provvedimenti disastrosi di questa Giunta, è certamente l'elemento più critico di questa stagione. Incidenti, smog, penalizzazione del trasporto pubblico locale sono le immediate conseguenze. Non è più tempo per balbettare. Non è più consentito a nessuno dire tutto e fare il contrario di tutto.

Mai come oggi è assolutamente necessario rivedere la mobilità, agevolando quella dolce: con marciapiedi realmente percorribili dai pedoni (specie gli anziani) e senza barriere architettoniche, con piste ciclabili adeguate (non come quella penosa del Corso), Ztl e zone pedonali presidiate da un reale controllo sui pass rilasciati e contro i "furbetti" abusivi.

Con le frazioni collegate alla città grazie a percorsi sicuri e non promiscui. Ma qualità della vita è anche valorizzazione dell'ambiente naturale, agricolo e rurale, insidiato dalla logistica, dagli insediamenti produttivi e dalla cementificazione.

Una scelta, a favore dell'ambiente e del "verde" che rappresenta un punto non più trattabile al tavolo della politica cittadina. Ai nostri giovani non possiamo lasciare solo asfalto, cemento, smog e malattie. A loro, con loro, dobbiamo realizzare la Piacenza del futuro. Che guarda ai beni comuni e non agli interessi privati. A chi vincerà le prossime elezioni il compito di rispettare gli impegni oppure di rimetterci la faccia...

Luigi Rabuffi, consigliere comunale di “Piacenza in Comune”

Si parla di
Sullo stesso argomento

Frazioni, la versione di Rabuffi: «Il tema della mobilità non si può più rimandare»

IlPiacenza è in caricamento