Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Emilio Canzi e Aldo Gastaldi, diversi ma dai destini paralleli

Torna a Emilio Canzi e Aldo Gastaldi, diversi ma dai destini paralleli

Commenti (6)

  • considero abbastanza irritante che il cardinale Bagnasco abbia aperto una causa per la beatificazione di un capo partigiano, poiché subito dopo la fine della guerra tantissimi di loro si macchiarono di numerose esecuzioni sommarie (sarebbe davvero il colmo che un assassino diventasse un beato di santa romana chiesa)

    • è candidato alla beatitudine proprio perché lui fu diverso. Proibì ogni esecuzione durante e dopo la fine della guerra

      • se è davvero così, allora nulla da obiettare

  • La Storia è una scienza e non la si narra 'al condizionale'. I libri di Pansa? provate a confrontare l'apparato bibliografico e le fonti dei suoi testi con quelli di Pavone o Klinkhammer: da una parte zero, dall'altra circa il 30% delle pagine il che non vuol dire, ovviamente, che abbiano la verità in tasca ma almeno permettono al lettore veramente interessato di seguire innumerevoli spunti di riflessione; leggere Pansa è come leggere il resoconto di una partita di calcio fatto da un tifoso: lo prendereste per veritiero o nutrireste qualche dubbio? Il lavoro dello storico poi non consiste solo nel raccogliere le fonti ma anche nel verificarle, confrontarle: cosa vuol dire citare indirettamente qualcuno che avrebbe detto "l'hanno ucciso"? Sarebbe una fonte questa? una testimonianza?

    • Che la storia sia una scienza è davvero una bella battuta

      • Sì, è una scienza. Per chi legge i libri di Pansa invece è una grigliata di pesce-ratto che può piacere o non piacere (e su questo io non discuto).

Torna su
IlPiacenza è in caricamento