rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
IlPiacenza

L'assemblea provinciale dell'associazione "famiglie numerose"

Domenica 28 novembre presso la sala dell’ Emporio Solidale di via I Maggio a Piacenza ha avuto luogo l’assemblea provinciale dell’Associazione Nazionale Famigli Numerose che rappresenta 140 famiglie nella nostra Provincia. La serata è iniziata con un video dal titolo “Fate figli, il mondo e bello”, tratto dall’omonimo articolo della scrittrice Madelene Kearns sul tema della natalità e dei cambiamenti climatici, riportato tramite Giulio Menotti sul giornale “ Il foglio”, che si conclude con questo commento finale: “Chi vive in Europa è tra le persone più fortunate ad avere mai vissuto sul nostro pianeta dalla storia dell’uomo fino ad oggi e anche la prossima generazione probabilmente sarà ancora più fortunata, nonostante il male che vi è stato portato dalle ideologie, dal relativismo, dal nichilismo, dal pensiero unico, dal politicamente corretto, il nostro è ancora un mondo dove si può cantare la vita, dove si può esaltare la bellezza della vita che ci è stata donata dal creatore”. A fare gli onori di casa l’assessore ai Servizi Sociali, Avv. Federica Sgorbati, presente anche la consigliera di maggioranza avv. Gloria Zanardi. L’assessore Sgorbati ha fatto una rapida sintesi di quanto la giunta si sia impegnata specialmente in questi ultimi difficilissimi due anni per mantenere quegli strumenti che potessero sostenere le famiglie disagiate, con particolare attenzione a tutte quelle nuove situazioni rese precarie da perdita di lavoro, cassa integrazione, etc.:”…abbiamo investito sull Emporio, che vuole essere uno strumento concreto di supporto a tutte quelle situazioni definite grigie dove si trovano per esempio dei Papà che con la perdita di lavoro non riescono a sostenere la propria famiglia. Queste persone si trovano ad affrontare una crisi inaspettata che ferisce la propria dignità, chiedono un lavoro più che assistenza materiale. Per questo L’Emporio ha al suo interno tre uffici gestiti da tre diverse associazioni che possono aiutare chi si avvicina a questa struttura sotto diversi aspetti. L’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, all’art.2 del proprio statuto racchiude in tre punti le sue finalità : 1. la promozione e la salvaguardia dei valori e dei diritti della famiglia come “società naturale fondata sul matrimonio” (Costituzione Italiana, 27 dic. 1947, articoli 29, 30, 31); 2. il sostegno della partecipazione attiva e responsabile delle famiglie alla vita culturale, sociale e politica, alle iniziative di promozione umana e dei servizi alla persona, attraverso le loro forme associative; 3. la promozione di adeguate politiche familiari che tutelino e sostengano le funzioni della famiglia di cui alla precedente lett. a) e i suoi diritti, come riconoscimento del ruolo sociale, educativo e formativo che la famiglia svolge per la società italiana. Pertanto i coordinatori regionali Mariapia e Mario Scuderi hanno presentato proposte concrete di sostegno per il futuro della nostra città alla nostra attuale amministrazione a cui hanno chiesto, per esempio: *Mettere al centro i bambini anzitutto con l’adesione al “Network dei comuni amici della famiglia”, attivando così un percorso che possa portarci a concretizzare la dicitura “Piacenza città dei bambini” posta agli ingressi della città. Lo scambio di esperienze già positivamente in atto in altri comuni e la collaborazione nell’affrontare i problemi burocratici, che sempre ostacolano le buone intenzioni degli amministratori, sarà sicuramente positiva sia nell’immediato, che in un progetto di più lungo periodo sempre più diffuso sul territorio nazionale. *Sostegno e divulgazione della “Scuola di consulenti” (inizio gennaio2022) e Centro consulenti Spazio 2 come assistenza non solo economica alle famiglie: se le coppie stanno bene anche la famiglia sta bene e può affrontare meglio anche i momenti di difficoltà lavorativa o finanziaria, così come quelli educativi con i figli. *Sport nelle scuole: potenziamento delle attività di “dopo scuola” gestiti dalle società sportive, col doppio scopo di favorire il benessere psicofisico dei bambini, ma anche di dare sostegno ai genitori lavoratori. *Azioni di tipo comunicativo come il progetto “una luce x ogni nuova vita”, già presentato dal Forum delle Associazioni Familiari (di cui ANFN è parte attiva) all’assessore Cavalli, che prevede per ogni nuova nascita l’accensione momentanea di due lampioni in piazza cavalli, come segnale di apprezzamento e speranza per la nostra città. Rileviamo infatti in tutto il mondo occidentale un clima culturale ben poco favorevole all’apertura alla vita: negli USA nell’ottobre scorso, una ricerca del Pew Research Center su un campione di 3.866 adulti che non hanno già figli, il 44% del campione ha affermato che "non è troppo" o "per niente probabile" che avranno figli in futuro, segnando un aumento di 7 punti percentuali rispetto al 37% di un analogo sondaggio del 2018. Rispetto ai motivi, il 56% ha affermato semplicemente di non volerli, l'altro 43% ha citato problemi medici, finanziari, mancanza di un partner, cambiamenti climatici e preoccupazioni ambientali. In Italia Il 26 novembre l'Istat ha pubblicato il documento Previsioni della popolazione residente e delle famiglie, in cui si profila un inverno demografico sempre peggiore: da una popolazione di 59,6 milioni di inizio 2020 si potrebbe passare a 58 milioni del 2030, a 54,1 milioni nel 2050 ed a soli 47,6 milioni nel 2070. Il rapporto tra giovani e anziani sarà di 1 a 3 nel 2050 mentre la popolazione in età lavorativa scenderà in 30 anni dal 63,8% al 53,3% del totale. E' in crescita il numero di famiglie, ma con un numero medio di componenti sempre più piccolo: entro il 2040 solo una famiglia su quattro sarà composta da una coppia con figli, più di una su cinque non avrà figli. In questo contesto, noi famiglie numerose di Piacenza ci sentiamo antenne di rete che captano più e prima degli altri le difficoltà, le preoccupazioni, le discriminazioni che riguardano tutte le categorie di persone, di fronte alle quali cerchiamo e proponiamo continue soluzioni. Siamo profondamente consapevoli del grande impegno e fatica che ci vuole per compiere il servizio/dovere di crescere dei figli, ma assolutamente convinti che il tempo nelle nostre famiglie, come l’Amore, non si divide, ma si moltiplica grazie alla solidarietà. Soprattutto abbiamo uno sguardo e una proiezione verso il futuro, il futuro dei nostri figli che sono il futuro della nostra città. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assemblea provinciale dell'associazione "famiglie numerose"

IlPiacenza è in caricamento