rotate-mobile
Carabinieri

Etichette della frutta su prodotti hi-tech per non pagarli, denunciato

Nei guai un 41enne residente a Piacenza. In un supermercato a Cremona voleva pagare 4 euro prodotti che ne valevano 230, falsificando i prezzi con quelli di frutta e verdura. E' stato scoperto dagli addetti alla sicurezza che hanno chiamato i carabinieri

Voleva pagare 4 euro prodotti che ne valevano 230 e per farlo ha falsificato i prezzi, stampando le etichette con la bilancia per frutta e verdura, ma è stato scoperto dagli addetti alla sicurezza del supermercato che hanno chiamato i carabinieri. Così un magazziniere straniero di 41 anni e residente a Piacenza è stato denunciato per tentato furto aggravato.

È accaduto nei giorni scorsi all’Esselunga di Cremona. Le guardie giurate dell’esercizio commerciale avevano notato l’uomo aggirarsi tra le corsie, prendendo dagli scaffali tre prodotti elettronici del valore complessivo di 230 euro. Poi, cercando di non farsi notare, si era recato alle bilance del reparto ortofrutta e qua aveva stampato le etichette di mele, cipolle e ananas per un valore di circa quattro euro. Una volta giunto alla cassa automatica dove voleva pagare i prodotti a cifre irrisorie rispetto al vero prezzo di mercato, è stato bloccato dagli addetti alla sicurezza che hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. Sul posto sono arrivati i militari del nucleo Radiomobile di Cremona che hanno accompagnato il 41enne in caserma dove, dopo essere stato identificato, lo hanno denunciato per tentato furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etichette della frutta su prodotti hi-tech per non pagarli, denunciato

IlPiacenza è in caricamento