menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

A Caorso altri 24 profughi, il sindaco: «Avvisati con una mail»

Il primo cittadino Roberta Battaglia: «Non so quando arriveranno, chi sono mi verrà comunicato con un elenco. Fanno bandi e decidono i numeri massimi per comune e poi non li rispettano. Noi sindaci ci sentiamo presi in giro»

A Muradolo di Caorso, precisemente a Località Cà Gregorio, sono in arrivo altri 24 profughi. «Si tratta dell'ennesimo business. Ci hanno avvisato con una mail nella giornata del 4 aprile quando gli uffici del comune erano già chiusi, quando l'abbiamo letta abbiamo chiamato la Prefettura avanzando perplessità e lamentele che dovrebbero essere state riferite ma dal palazzo di via San Giovanni solo silenzio», scrive in una nota il sindaco di Caorso Roberta Battaglia. 

«Non so quando arriveranno, chi sono mi verrà comunicato con un elenco. Fanno bandi e decidono i numeri massimi per comune e poi non li rispettano. Noi sindaci ci sentiamo presi in giro, vediamo passare tutto sopra la nostra testa, ora manderemo controlli della polizia municipale almeno per sapere cosa succede. Questa è la situazione che siamo obbligati a subire, ci viene anche tolto il diritto di rappresentare i cittadini che ci hanno eletto», conclude. I residenti pare che stiano raccogliendo le firme perché sono preoccupati la casa dove saranno ospitati: manca l'agibilità, la fossa biologica e sembra che ci sia un contenzioso aperto con i vecchi affittuari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento