A Caorso si parla ancora del futuro della dismissione

Venerdì 12 maggio alle 10.30 in sala consigliare il sindaco e l'amministrazione, in un tavolo, aperto anche alla cittadinanza, parleranno del piano industriale di decomissioning, delle opportunità della Scuola di radioprotezione e delle prospettive sul sito nazionale

Immagine di repertorio

Dopo il successo delle due giornate di centrali aperte, volute da Sogin a cui hanno partecipato anche il sindaco Roberta Battaglia , il prefetto Anna Palombi e il funzionario della questura Stefano Vernelli, oltre a tanti cittadini di ogni parte d'Italia, a Caorso si parla ancora del futuro della dismissione. Venerdì 12 maggio alle 10.30 in sala consigliare il sindaco e l'amministrazione, in un tavolo, aperto anche alla cittadinanza, parleranno del piano industriale di decomissioning, delle opportunità della Scuola di radioprotezione e delle prospettive sul sito nazionale.

Questo tavolo a cui sono invitati i parlamentari piacentini, i consiglieri regionali, i sindacati e tutti gli attori coinvolti o che possono dare un apporto per accelerare i processi in corso, non vuole sostituire il tavolo della trasparenza, che rimane quello istituzionale, ma è un momento di confronto e di trasparenza verso i nostri cittadini, che fanno domande sul divenire e sul pericolo che, senza deposito nazionale, Caorso paghi lo scotto come le altre sedi d'impianto di non vedere più restituita l'area a prato verde. Informare è importante su un tema così importante. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

  • Rapinato e picchiato sotto casa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento