A Castelnuovo Fogliani un monumento per Luigi Gorrini, asso dell'aviazione della Seconda Guerra

E' stato inaugurato nella mattinata del 23 settembre a Casteluovo Fogliani un monumento a ricordo dell'eroe dell'Aeronautica Italiana Luigi Gorrini ('Vespa 2', il suo codice di battaglia) nel centenario della nascita. Medaglia d'Oro al Valore Militare, al tenente pilota Gorrini sono accreditati, durante la seconda guerra mondiale, 19 aerei abbattuti: 15 con la Regia Aeronautica e 4 con l'Aeronautica Nazionale della Repubblica Sociale Italiana. Alcuni esperti arrivano addirittura ad attribuirgli 24 abbattuti e 9 danneggiati. 

Vittorie nei duelli dei cieli, quelle di Gorrini, conseguite ai comandi del biplano Fiat C.R.42 e dei monoplani Macchi M C.202 ed M C.205. Non solo, ma Gorrini è stato giudicato il migliore asso sui Veltro, con i quali abbatté ben 14 aerei nemici e ne danneggiò sei. Arruolatosi a venti anni nella Regia Aeronautica e concluso il corso di pilotaggio, Gorrini fece richiesta di essere assegnato al 3/o Stormo Caccia Terrestri, inquadrato nella seconda Divisione Aerea Borea con sede all'aeroporto di Torino-Mirafiori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 17 giugno del 1939 ottenne il trasferimento al reparto ed integrato all'85/a Squadriglia del 18/o Gruppo con il grado di sergente pilota e vi rimase fino all'armistizio di Cassibile, l'8 settembre 1943. Arruolato nell'Aeronautica Nazionale della Repubblica Sociale Italiana, viene ricordato come il 'Top Gun di Salò'. Una scelta che, anche se mai rinnegata, non impedì a Gorrini di essere insignito, unico tra i militari aderenti alla Repubblica Sociale Italiana, della Medaglia d'Oro al Valore Militare da parte di un Ministro della difesa della Repubblica Italiana, per le imprese compiute prima di quel periodo. E proprio il coraggio e la personalità del pilota piacentino sono stati ricordati oggi, nel corso dell'inaugurazione, da due contrapposti esponenti della politica piacentina: il parlamentare Marco Bergonzi (Pd) e il consigliere regionale Tommaso Foti (Fratelli d'Italia). (ANSA).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento