menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Fabrizio Solenghi e Pietro Rebecchi il Premio di poesia dialettale Valente Faustini

A Rino Scrivani e Renzo Boiardi il premio speciale Luigi Paraboschi del quale è stato ricordato l’importante contributo alla qualità linguistica del dialetto

L’edizione 2015 del "Premio Valente Faustini", organizzato dalla Famiglia Piasinteina per  valorizzare la nostra cultura, tramite la composizione di poesie o di racconti nel nostro dialetto si è concluso con le graduatorie:

- SEZIONE POESIA

1° Premio - Fabrizio Solenghi con “Al noss dialëtt”

2° Premio - Mario Schiavi con “A sum cunteint”   

3° Premio ex aequo - Anna Botti con “Dal trenu… una cà…”

3° Premio ex aequo - Alfredo Lamberti con “Una puar: ca pärla pral Bertu”

Premio speciale “Luigi Paraboschi” - Rino Scrivani  con “Nustalgia”

- SEZIONE RACCONTO

1° Premio - Pietro Rebecchi con “Piöva”

2° Premio - Stefania Melampo con “Al pèr ad la spusa”

3° Premio ex aequo - Pierluigi Carenzi con “L'ültim cantunér”

3° Premio ex aequo -Eugenio Mosconi con “Nustalgia e piaser in ricord ad famiglia”

Premio speciale “Luigi Paraboschi” – Enzo Boiardi con “Bettula 14 da steimbar 2015”

La premiazione pubblica si terrà presso la “Sala Panini della Banca di Piacenza (g.c.)”, sabato 19 marzo alle ore 16. Nel corso della cerimonia sono previste letture di poesie e scenette dialettali da parte della Compagnia Teatrale della Famiglia Piasinteina.

La giuria era formata da Andrea Bergonzi, Alfredo Bazzani, Roberta Braceschi, Ester Capucciati, Nice Fariselli, Lucia Favari, Enrico Marcotti, Francesco Mastrantonio, Pino Spiaggi e Franco Stampais e dal Razdur Danilo Anelli, che come di consueto ha svolto le funzioni di “garante” e non ha partecipato alla votazione, assolvendo i compiti di segreteria.

In occasione della proclamazione dei vincitori al “Razdur” della Famiglia Piasinteina ha ricordato la figura del prof. Luigi Paraboschi, venuto a mancare nei giorni scorsi e membro della giuria del premio da molti anni, dando un significativo ed importante contributo in qualità di linguista del nostro dialetto.

Il Premio di poesia dialettale è nato a Piacenza negli anni Settanta del secolo scorso per iniziativa del poeta Enrico Sperzagni (1909 -2001) e dedicato a Valente Faustini (Piacenza 1858-1922), poeta profondamente legato alla realtà territoriale piacentina, ma nello stesso tempo aperto ad orizzonti culturali di ampio respiro. Dotato di una solida cultura umanistica, Faustini ha saputo portare nella sua vasta produzione poetica i sentimenti del popolo, ma nel suo verso la realtà piacentina, pur non perdendo la propria identità, viene analizzata in sintonia con la cultura italiana tra Otto-Novecento. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento