A Farini un nucleo speciale dei pompieri al lavoro per deviare il corso del Nure

Iniziati grazie ai vigili del fuoco i lavori di movimentazione terra nel greto del torrente per deviare leggermente il corso dell'acqua nel punto in cui lambisce le case troppo da vicino

I vigili del fuoco al lavoro a Farini

Una squadra speciale dei vigili del fuoco di Piacenza, denominata Gos, è al lavoro in queste ore a Farini per effettaure una delicata operazione lungo il greto del Nure. «Si tratta - spiega Paolo Baldini, ingegnere dei pompieri di Piacenza - di un’opera di scavo per dare un minimo cambiamento al corso del torrente nel tratto in cui attraversa l’abitato di Farini. Infatti si vuole evitare che un’eventuale innalzamento improvviso del livello dell’acqua possa erodere la sponda che si trova molto vicina ad alcune case».
Dunque i pompieri di Piacenza, che nelle ultime 48 ore hanno lavorato tutti (da quelli in sala operativa fino a quelli sui mezzi di soccorso) senza sosta per fronteggiare le gravi conseguenze dell’alluvione del 14 settembre, si sono resi disponibili anche per avviare un intervento di difesa geologica molto importante per quella zona, sviando leggermente il flusso dell’acqua in un punto troppo vicino alle case. «Ovviamente la nostra iniziativa è stata presa in accordo con il sindaco del comune, e con gli enti di protezione civile. Inoltre - sottolinea Baldini - quest’opera di difesa del suolo verrà poi realizzata nella sua completezza e conclusa dalle ditte specializzate».
Impegnati nei lavori sono i vigili del fuoco del Gruppo operativo speciale (Gos). «Tutti i vigili del fuoco ricevono lo stesso addestramento quando iniziano la loro professione - spiega Baldini, presente sul posto insieme al caporeparto Carlo Razza di Piacenza - poi nel corso della loro carriera acquisiscono ciascuno delle specializzazioni, come ad esempio il Saf oppure Nbcr. Il Gos per movimento terra è una di queste specialità, e in queste ore stiamo usando anche un macchinario che si è visto in azione, fino ad oggi, poche volte: si tratta di una pala da 250 quintali che stiamo utilizzando per questo delicato intervento».

20150915105104-220150915105130-220150915105114-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento