rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Polizia

«A Piacenza troppo pochi poliziotti: la sicurezza è a rischio»

La denuncia del Siulp: «Chiediamo a tutti i politici piacentini di interessarsi perché si gioca una partita importante sulla sicurezza della comunità»

«Carenza di organico in questura e sicurezza a rischio». La denuncia arriva questa volta dal sindacato Siulp: «Oggi a Piacenza ci sono 165 poliziotti a fronte di altre realtà più piccole come Lodi, Cremona e anche Aosta dove gli agenti sono molti di più rispetto al numero di abitanti che invece è parecchio inferiore. Chiediamo di non essere lasciati soli sulle questioni che riguardano il territorio e la sicurezza in generale». «Occorre  interessarsi immediatamente alla questione degli organici territoriali, in quanto siamo certi e lo diciamo con il dovuto rispetto per chi ha lavorato a tale progetto di spending review, c’è stata una svista considerevole sulla corretta redistribuzione degli organici. Su Piacenza – dice il sindacato -  ogni anno vengono svolte 400/500 attività di ordine sicurezza pubblica, il fenomeno dell'espansione  logistica sul nostro territorio che rintraccia la manovalanza extracomunitaria porta abnorme continua  attività di polizia che non può essere paragonata a Lodi o Cremona, così come i controlli amministrativi e le autorizzazioni di polizia interessano una provincia di 240mila abitanti». E ancora: «L'enorme contenzioso dei passaporti (di portata nazionale) è stato gestito grazie alla resilienza della questura e alle capacità soggettive del questore e suoi collaboratori di cercare e trovare risorse straordinarie, mentre al sindacato vengono richiesti sforzi e deroghe contrattuali. Infine non è cessata inoltre la gestione della popolazione ucraina e i continui sbarchi che ci vedono ospitanti attivi». «Chiediamo – conclude la nota - alle forze di maggioranza, al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi, e a tutti i politici piacentini di interessarsi perché si gioca una partita importante sulla sicurezza della comunità, e il rischio è la riduzione di servizi essenziali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«A Piacenza troppo pochi poliziotti: la sicurezza è a rischio»

IlPiacenza è in caricamento