menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

A settembre torna la 21esima edizione di "Tendenze" a Spazio4

È ufficiale. Tendenze Festival taglierà il traguardo della sua 21° edizione, da venerdì 18 a domenica 20 settembre, dalle ore 19 alle 2, al centro aggregativo comunale Spazio4 di via Manzoni, Piacenza, con ingresso rigorosamente libero e gratuito

È ufficiale. Tendenze Festival taglierà il traguardo della sua 21° edizione, da venerdì 18 a domenica 20 settembre, dalle ore 19 alle 2, al centro aggregativo comunale Spazio4 di via Manzoni, Piacenza, con ingresso rigorosamente libero e gratuito. 
In seguito alla vittoria del bando pubblico emesso dal soggetto promotore della rassegna - il Comune di Piacenza - seguìto al ciclico abbandono, dopo 10 anni di gestione, da parte di associazione 29100/Airbag, il nuovo soggetto incaricato di organizzare il festival musicale annuale più longevo e più importante dedicato alla musica originale e indipendente piacentina (e non solo) è Leto, start-up nata lo scorso gennaio nell'ambito del bando comunale "Giovani idee di impresa 2" dall'intuizione di quattro ragazzi piacentini under-30 anni. 
Una creatura giovane ed energica, cresciuta all'ombra di Tendenze e delle precedenti gestioni, e radicata nel territorio anche in virtù delle diverse collaborazioni già attivate in questi primi mesi di vita. Leto farà rete con l'associazione Children in Time che gestisce da due stagioni il live club Arci "Sound Bonico"; con la startup innovativa "Audiozone Studios"; con l'associazione musicale, etichetta discografica e collettivo di band "Desert Fox Records"; con associazione Orzorock e la gemellata etichetta discografica Orzorock Music. Leto aprirà inoltre le porte ad associazioni, collettivi e realtà musicali - e più in generale creative - dell'area piacentina e delle province limitrofe che vogliano partecipare alla manifestazione con proposte di collaborazione, il tutto in continuità con quanto seminato sin qui dalla precedente gestione. 
CANDIDATURE 
Tendenze, archiviata ormai da alcuni anni la formula del concorso, continuerà ad essere un momento sociale e aggregativo importante non solo per i giovani, cui specialmente si rivolge, ma per l'intera cittadinanza e per tutto il pubblico. Un festival inclusivo, una vetrina musicale strutturata e professionale capace di ospitare un alto numero di proposte musicali senza alcuna preclusione di genere. Un festival di tutti e per tutti, in cui chiunque possa rispecchiarsi, almeno in qualche sua parte, e allo stesso tempo stupirsi, scoprendo nuovi stimoli. Un evento che conterà su almeno tre palchi e ospiterà oltre 40 proposte musicali, chiamato a "mappare" l'esistente provando però ad aprire anche un occhio sul futuro, giocando di contrasti, assonanze e dissonanze. 
Tutti i gruppi autori di musica originale e indipendente (no cover e tribute band), senza alcuna limitazione geografica, di età od esperienza (un occhio di riguardo verrà osservato nei confronti delle band studentesche in arrivo dagli istituti scolastici piacentini) possono avanzare la propria auto-candidatura entro e non oltre venerdì 28 agosto alla mail tendenzepc@gmail.com. Sarà necessario allegare, oltre ai contatti, una breve presentazione del progetto e includere almeno un link per l'ascolto della proposta. Saranno particolarmente gradite e-mail complete di link ad un videoclip e ad un video live, eventualmente corredate da una fotografia del gruppo. 
Sono inoltre consigliate e ben accette le auto-candidature per la parte EXPO dedicata agli stand di associazioni, "distro" musicali, hobbisti e piccoli artigiani. Per proporsi all'organizzazione valgono la stessa scadenza e la stessa modalità indicata per le band. 
La selezione dei gruppi e degli espositori candidati è a discrezione della direzione artistica, che valuterà caratteristiche quali innovazione, attitudine, capacità tecniche, costanza e convinzione nella propria attività e validità del progetto a tutto tondo nel suo complesso, affinché il festival possa essere premiante nei confronti delle proposte più meritevoli di entrare a far parte di una manifestazione che intende offrirsi alla città come proposta matura e al passo coi tempi. Il programma verrà comunicato entro venerdì 4 settembre 2015 dunque pubblicato sulla pagina facebook Tendenze Festival Piacenza e sul sito www.tendenze.net, attualmente in fase di aggiornamento.   
CONCEPT ARTISTICO E MUSICALE 
La musica non è solo intrattenimento. Gusto, ricerca e contenuti culturali vanno sostenuti. E’ un problema culturale, economico e politico quello che sta affrontando oggi il settore musicale. La tecnologia ha reso la musica un bene immateriale, fruibile in modo gratuito. In un mercato così ristretto, l’unica possibilità di sopravvivenza per l’industria discografica è puntare su progetti di massa che diano risultati veloci, sacrificando quelle proposte che invece hanno bisogno di tempi di assimilazione più lunghi. 
In questo scenario, Tendenze vuole mostrare ancora una volta che esiste una discografia attenta al gusto, alla ricerca, allo sviluppo di idee e ai contenuti culturali. Certo, non può contare su vendite consistenti come quelle dei canali "mainstream", ma ha tutti gli strumenti e le carte in regola per definire un nuovo percorso, con l'energia e l'intuizione di "addetti ai lavori" attenti e consapevoli e con l'appoggio delle istituzioni. Tendenze 3.0 è una occasione. È l’occasione di raggruppare, incontrare, discutere, approfondire, incubare, ma soprattutto di suonare. Il successo di tipo generalista non ci riguarda, Tendenze 3.0 vuole dare risalto a progetti artistici che possono generare “successi” di natura diversa che possano garantirsi ugualmente una propria sostenibilità.  
Tendenze 3.0 dovrà illuminare quei progetti musicali che hanno bisogno di sostegno, consulenze e motivazione per cavalcare le variabili aleatorie che ogni storia musicale porta con sé. Progetti artistici che devono avere un messaggio preciso, un contenuto, un racconto, comunicato e incarnato bene, con passione e attitudine. La direzione del festival premierà dunque progetti artistici che dimostrino di poter avere un ampio respiro e, per metterli in rete con le realtà discografiche e distributive indipendenti del territorio locale e nazionale e per favorire lo sviluppo di un cammino di "self management", si farà contenitore, in una zona centrale del festival, di realtà imprenditoriali, etichette indipendenti e start-up musicali che stanno cambiando il percorso di promozione e fruizione della musica. 
L'obiettivo è quello di promuovere e galvanizzare un percorso di innovazione musicale e culturale in cui le band selezionate avranno modo di documentarsi, farsi conoscersi e intessere i contatti necessari per intraprendere un cammino più consapevole. La natura e la storia di Spazio4, luogo deputato allo svolgimento della manifestazione, sono particolarmente congeniali alla missione di Tendenze 3.0, che punta a catalogare e "premiare" i gruppi giovanili del territorio locale e interprovinciale attivando canali che possano mettere in relazione queste realtà e incentivare la crescita musicale dei gruppi stessi attraverso esperienze di scambio dirette con figure professionali del mondo della musica. 
Il festival non si tradurrà in un'accozzaglia di proposte ma in un puzzle equilibrato e ben strutturato. Avrà un particolare occhio di riguardo alla scena locale, di cui da sempre rappresenta un'istantanea, una “cartina di tornasole” e uno spartiacque fondamentale capace di incubare, stimolare, catalizzare e rilanciare le urgenze espressive, ma aprirà finestre anche sulle emergenze creative che risuonano nelle vivaci province limitrofe, il tutto in un'ottica di crescita, di scambio culturale e di sprovincializzazione che possa allargare gli orizzonti esistenti e aprirne di nuovi, quelli del pubblico e quelli dei musicisti, quelli di chi fruisce e quelli di chi produce. 

La musica come collante sociale e intergenerazionale, dunque. Il festival come contenitore di proposte e come occasione di incontro e di confronto, in cui i più esperti, i più adulti e i più navigati possano corroborare la loro esperienza osservando all'opera le “nuove leve”, e in cui i meno smaliziati possano far propria la “lezione” di chi ha macinato più strada, assumendo maggiore slancio e consapevolezza dei propri mezzi, sviluppando un atteggiamento umile e aperto ma non inutilmente modesto. La funzione formativa del festival sarà assolta anche da alcuni gruppi ospiti di respiro e rilevanza nazionale o internazionale che verranno individuati e inseriti nel palinsesto non solo sulla scorta della loro capacità attrattiva e del loro potenziale, della loro presa e del loro impatto sul pubblico, ma anche sulla base del percorso e del bagaglio che portano con sé, con il quale possono illuminare gli altri artisti in rassegna. Quello che conta, in quest'ottica, non sono una fama planetaria o un nome altisonante, bensì l'attitudine, il messaggio musicale, scenico e contenutistico che possono mettere a disposizione di tutti nel momento della loro esibizione. 
Dal punto di vista interattivo e sociale, saranno inoltre attivati il progetto SOUNDCHECK (studio fotografico, mostra di fotografia, web-radio, redazione giornalistica in presa diretta) a cura di Florinda Calì e Alessio Mazzocchi, il concorso di video-making improvvisato "Offi-Cine" a cura degli operatori del centro aggregativo Spazio4 e il progetto "OPS... Tendenze" curato dall'unità Operatori Per Strada / associazione onlus Centro Sociale Papa Giovanni XXIII che attiverà un percorso dedicato alla tutela della salute ed alla informazione e prevenzione sull'abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento