Ciclofficina di Spazio 4: mini-workshop di riparazione bici

Significativo esempio di solidarietà e collaborazione a Spazio 4. Sabato 3 marzo mini-workshop di riparazione bici, destinato ai rifugiati ospiti del Comune di Piacenza

Sabato 3 marzo dalle ore 15.30 si realizzerà presso il centro di aggregazione giovanile Spazio 4 un piccolo, ma importante, esempio di collaborazione nel sociale. La ciclofficina Ciclostile organizzerà infatti un breve workshop pratico sulla riparazione fai da te delle biciclette a favore dei rifugiati politici del “Progetto Sprar”, coordinato dalla Cooperativa Sociale “L’Ippogrifo”.

IL PROGETTO SPRAR: I BENEFICIARI - Il progetto Sprar prevede l’accoglienza di 15 richiedenti asilo e rifugiati nel comune di Piacenza. Gli ospiti, che in gergo burocratico vengono definiti “beneficiari”, provengono da Somalia, Eritrea, Afghanistan, Guinea, Senegal, Nigeria, Iran, Iraq, Azerbaijan, Burkina Faso. L’obiettivo principale del progetto è fornire loro i primi strumenti (linguistici, culturali, educativi) per orientarsi in una realtà socio-economica spesso molto differente da quella dei paesi d’origine, da cui sono stati costretti a fuggire: tutti hanno infatti alle spalle, indipendentemente dal loro status attuale, un’esperienza di migrazione forzata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CORSI INTENSIVI DI LINGUA ITALIANA E... UNA BICI - Gli ospiti frequentano due corsi intensivi di lingua italiana e alcuni di loro sono inseriti in percorsi di accesso facilitato al mondo del lavoro con tirocini formativi, borse lavoro e attività responsabilizzanti. Unico caso fra i 150 in Italia, il progetto di Piacenza ha deciso di fornire a tutti i beneficiari una bicicletta, che si è dimostrata un fattore molto importante per l’autonomia degli spostamenti.
Da qui è partita l’idea della collaborazione con la Ciclofficina di Spazio 4, per incrementare ancora di più il grado di autonomia e quindi il livello di qualità di vita dei richiedenti asilo e rifugiati si è pensato di organizzare un corso di riparazione di base delle biciclette.

OBIETTIVO: AUTONOMIA - Attraverso il corso tenuto dai volontari della Ciclofficina, i 15 ospiti del “Progetto Sprar” potranno acquisire le competenze base per riparare in autonomia il loro mezzo ed essere quindi ancora più indipendenti. Inoltre verranno in contatto con la realtà della Ciclofficina Ciclostile, gratuita e a disposizione di chiunque voglia riparare la propria bicicletta, utilizzando attrezzi condivisi e la pratica del peer to peer.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento