Cronaca

Abbigliamento e profumi contraffatti tra i banchi del mercato, ambulanti abusivi denunciati

Operazione della Guardia di Finanza tra le vie del centro: tutta la merce è stata sequestrata

La Guardia di Finanza ha sequestrato nei giorni scorsi in centro a Piacenza numerosi capi di abbigliamento griffati ma contraffatti, insieme anche a diverse confezioni di profumi di famose marche, anche questi falsi e - dicono le fiamme gialle - potenzialmente nocivi per la salute. 
Il risultato è stato ottenuto grazie all'impegno dei finanzieri piacentini in borghese a tutela del commercio. Due i blitz effettuati tra le vie del centro. Nel primo hanno sequestrato una cinquantina di capi, tra cui borse, occhiali, cinture, giubbotti e scarpe, recanti i famosi loghi: Napapijri, Gucci, Colmar, Michael Kors, Nike, Fila, Prada, Chanel, Saucony, Armani, Louis Vuitton; merce esposta per la vendita in una via del centro da un improvvisato venditore ambulante extracomunitario.
Lo straniero, senza fissa dimora e privo di qualsiasi documento di riconoscimento, è stato denunciato per i reati di commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione e colpito da foglio di via da Piacenza.

Nella seconda operazione l’attenzione dei militari è stata attirata da un uomo italiano che, tra i banchi del mercato cittadino, proponeva profumi e fragranze con marchi simili a quelli di note aziende del settore, come Dior, Dolce e Gabbana, Chanel, Acqua di Gio, Le Vie Est Belle riprodotti in maniera contraffatta, tutti assolutamente privi di indicazioni circa i componenti e dunque potenzialmente dannosi per la salute. L'uomo aveva anche alcuni orologi, ritenuti di dubbia provenienza, privi di documentazione comprovante l’acquisto. Tutti i prodotti sono stati sottoposti a sequestro, mentre il venditore abusivo è stato denunciato per i reati di contraffazione e ricettazione e segnalato al sindaco perché intento alla vendita in forma ambulante senza autorizzazione.
«L’attività di servizio posta in essere - dicono dal comando provinciale della Finanza di Piacenza - testimonia il costante impegno profuso dalle fiamme gialle in attività di prevenzione e repressione della contraffazione, quale moltiplicatore d’illegalità, e alla tutela di chi opera quotidianamente nel rispetto delle leggi e della leale concorrenza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbigliamento e profumi contraffatti tra i banchi del mercato, ambulanti abusivi denunciati

IlPiacenza è in caricamento